Assenteismo in ospedale: il dirigente fa scena muta dal giudice

Al via gli interrogatori di garanzia per i furbetti del cartellino in servizio al San Rocco

Il terremoto al San Rocco di Sessa Aurunca

Al via i primi interrogatori di garanzia dei medici coinvolti nell'inchiesta sui furbetti del cartellino all'ospedale San Rocco di Sessa Aurunca.

Stamattina, tra gli altri, si è presentato dinanzi al giudice per le indagini preliminari Rosaria Dello Stritto, del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, il dirigente medico Ferdinando Pasquariello, assistito dall'avvocato Gennaro Iannotti, che si è avvalso della facoltà di non rispondere alle domande del magistrato. Gli interrogatori dei 18 colpiti dalla misura dell'obbligo di firma, sia all'entrata che all'uscita dal lavoro, si sono svolti stamattina e proseguiranno, di fatto, per tutta la settimana. 

L'indagine dei carabinieri di Capua, partita da alcune intercettazioni su un "traffico" di opere d'arte, ha fatto emergere uno spaccato desolante con il personale del San Rocco - medici, infermieri ma anche dipendenti amministrativi - che timbravano il cartellino e successivamente lasciavano il servizio dalla porta sul retro. Tutto monitorato dalle telcamere dei carabinieri che hanno verificato l'esistenza di una vera e propria associazione a delinquere finalizzata alla truffa ai danni dello Stato, con i medici che coprivano l'un con l'altro le rispettive nefandezze. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Colpo alle poste, i ladri ‘beffati’ dal direttore | FOTO

  • Poste Italiane cerca portalettere nel casertano, ma il tempo stringe

  • Irruzione dei banditi in un altro ufficio postale

  • Rapina all'ufficio postale: polizia e carabinieri circondano la zona | LE FOTO

  • Morta professoressa, studenti in lacrime

Torna su
CasertaNews è in caricamento