Tentano di rubare un quintale di rame e altri materiali in metallo: due arrresti

Prata Sannita - Sono stati sorpresi nel tardo pomeriggio dai Carabinieri della Stazione di Prata Sannita, mentre erano nei pressi di un deposito comunale di Prata Sannita, dove stavano asportando circa un quintale di rame e altri materiali in...

Sono stati sorpresi nel tardo pomeriggio dai Carabinieri della Stazione di Prata Sannita, mentre erano nei pressi di un deposito comunale di Prata Sannita, dove stavano asportando circa un quintale di rame e altri materiali in metallo, che erano già stati caricati su un autoveicolo. Hanno anche tentato una inutile fuga ma sono stati immediatamente bloccati, si tratta di due pregiudicati provenienti dai campi nomadi dell'hinterland Napoletano, Osman Emin, 49enne, e Ramo Jasari, 40enne, originari della ex Jugoslavia. La refurtiva per un valore di svariate centinaia di euro è stata interamente recuperata, mentre sono finiti sotto sequestro il veicolo utilizzato dai due malviventi e vari arnesi atti allo scasso. I due sono stati dichiarati in stato di arresto per furto aggravato e trasferiti presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere. Le indagini dei Carabinieri comunque non sono concluse e nelle prossime ore si cercherà di accertare se il furto era stato commissionato da qualcuno o se il raid all'interno del deposito comunale era stata una decisione presa di iniziativa dai due. L'operazione che ha portato alla cattura dei due pregiudicati è stata coordinata dalla Compagnia di Piedimonte Matese che aveva predisposto un servizio anticrimine finalizzato proprio a contrastare il fenomeno dei furti nei territori dell'Alto casertano.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento