Preparavano un colpo, tre pregiudicati nella rete dei Carabinieri

Prata Sannita - Sono circa le tre di notte, quando una pattuglia di Carabinieri in forza al Nucleo Radiomobile, intercetta in via Roma di Prata Sannita una autovettura Fiat Punto ed una Mazda, a bordo tre persone, che i Carabinieri scopriranno...

20091030071648_droga_carabinieri

Sono circa le tre di notte, quando una pattuglia di Carabinieri in forza al Nucleo Radiomobile, intercetta in via Roma di Prata Sannita una autovettura Fiat Punto ed una Mazda, a bordo tre persone, che i Carabinieri scopriranno essere tre pregiudicati provenienti dal napoletano. Si tratta di P.I., 55enne e M.F., 54enne, residenti a Napoli, e R.R., 56enne, residente a Casoria, con una lunga sfilza di precedenti per reati contro il patrimonio e la persona, in particolare furti. Una volta fermati dai militari, sui motivi della loro presenza a quell'ora di notte nel territorio matesino, i tre si sono giustificati rispondendo candidamente che stavano facendo una "passeggiata". Ma per i Carabinieri non ci sono dubbi, i tre erano in procinto di far "visita" a qualche abitazione isolata o a qualche esercizio pubblico della zona. Ma l'unico posto che sono riusciti a visitare è stata la Caserma dei Carabinieri di Piedimonte Matese dove i tre sono finiti accompagnati dai militari. Sul loro conto è stata redatta una informativa a seguito della quale verrà irrogata una misura di prevenzione che prevede il foglio di via obbligatorio con il divieto di ritorno per la durata di tre anni. Qualche ora dopo, nella estrema periferia di Piedimonte Matese, una squadra di Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile, ha intercettato quattro immigrati clandestini, Salifu Abdullai, 32enne di origine nordafricana, è stato tratto in arresto poiché da oltre un anno pendeva sul suo conto un decreto di espulsione dal territorio nazionale, si trova ora rinchiuso presso le camere di sicurezza dell'Arma, gli altri tre A.S., 34enne, P.I., 35enne, e B.S. 28enne, tutti di origine asiatica sono stati invece denunciati all'Autorità Giudiziaria per il reato di ingresso e soggiorno illegale sul territorio dello Stato, in quanto privi di regolare permesso di soggiorno. Le indagini continuano per accertare se i quattro siano coinvolti in attività illegali nel territorio casertano. Le operazioni anticrimine portate a termine tra la decorsa notte e la mattinata, sono state coordinate dalla Compagnia Carabinieri di Piedimonte Matese.

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Tragedia sulla provinciale: muore motociclista

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Muore sul campo da calcetto stroncato da un malore

Torna su
CasertaNews è in caricamento