Estorsione: Squadra Mobile di Caserta arresta due persone

Caserta - Andrea Menditti, di 32 anni, Pasquale Squeglia, 26 e Giovanni Viscardi, 36, sono stati fermati dagli agenti della Squadra Mobile di Caserta in base ad un provvedimento emesso dai pm della Direzione distrettuale Antimafia di Napoli. Gli...

Andrea Menditti, di 32 anni, Pasquale Squeglia, 26 e Giovanni Viscardi, 36, sono stati fermati dagli agenti della Squadra Mobile di Caserta in base ad un provvedimento emesso dai pm della Direzione distrettuale Antimafia di Napoli. Gli indagati sono accusati di estorsione aggravata.
In una nota della questura casertana e' spiegato che la sera del 1 aprile scorso, gli agenti della Squadra Mobile erano intervenuti presso la fiera campionaria di Macerata Campania per arrestare Squeglia mentre stava riscuotendo una tangente di 1.500 euro. In breve gli investigatori riuscivano a ricostruire l'intera vicenda estortiva, iniziata ottobre dello scorso anno quando esponenti del clan 'Belforte', avevano avviato una serie di "pressioni" estortive nei confronti degli organizzatori della fiera. Somma pretesa: 25 mila euro.
Nel corso delle indagini e' anche emerso che Menditti, Viscardi e Squeglia avrebbero posto in essere una tentata estorsione nei confronti di un'azienda casertana. I tre indagati sono stai condotti nel carcere di Santa Maria Capua Vetere.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento