Cocaina nascosta nella pasta al sugo, arrestato

Il blitz della Volante: fermato un uomo

Gli uomini della Squadra Volante della Polizia di stato di Caserta, in servizio di Controllo del territorio, ha proceduto all’arresto di D.F.V. per il reato di spaccio di sostanza stupefacente. Nel pomeriggio del 26 aprile gli agenti operanti, notando due giovani che si aggiravano nei pressi del Rione I.A.C.P. di San Clemente, insospettiti dai movimenti dei due, hanno proceduto al controllo dei due, intervenendo al momento dello scambio di una busta in cellophane, successivamente accertato contenere cocaina, per circa 0,40 grammi, al prezzo di 30 euro, versato in precedenza dall’acquirente. 

Accortosi dell’intervento del personale in uniforme, il giovane trovato in possesso della bustina in cellophane, D.F.V, si è disfatto, lanciandola a breve distanza, di una busta contenente una confezione di pasta al sugo, presumibilmente utilizzata per confondere l’ulteriore involucro ritrovato nella stessa busta, al cui interno era conservata sostanza polverosa bianca per circa 5 grammi, successivamente accertato essere stupefacente cocaina. 

Gli uomini della Squadra Volante, accertata l’ipotesi di reato di spaccio di sostanza stupefacente, procedevano a dichiarare in stato di arresto D.F.V. e a perquisire la sua abitazione, posta a poca distanza dal luogo, rinvenendo nascosto nell’immobile ulteriore quantitativo di cocaina per circa 2,5 grammi e hashish per circa 0,50 grammi ed un bilancino di precisione per la suddivisione delle dosi. 

Informato il pubblico ministero di turno presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, il giovane, difeso dall'avvocato Dezio Ferraro, veniva tradotto presso il suo domicilio in stato di arresto, in attesa del giudizio di convalida tenutosi presso l’Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere. All’esito dell’udienza, veniva applicata la misura della presentazione alla polizia giudiziaria. Il materiale rinvenuto veniva sottoposto a sequestro e trattenuto presso questi Uffici in attesa di determinazioni dell’autorità giudiziaria.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento