Latitante di camorra arrestato a Caserta: trovati anche 10mila euro in contanti

In fuga da un anno, era ricercato per l'omicidio del boss Francesco Verde

In fuga da marzo dello scorso anno, quando riuscì a scappare alla retata dei carabinieri del nucleo investigativo di Castello di Cisterna (Napoli), in cui finirono in manette 14 persone, esponenti del clan Puca. Amodio Ferriero, latitante catturato nel pomeriggio di lunedì a Caserta, era considerato dagli inquirenti il reggente del sodalizio criminale.

La fuga del ras della camorra si è interrotta grazie al blitz dei carabinieri di Castello di Cisterna, che lo hanno sorpreso nel suo nascondiglio, un appartamento situato nel centro di Caserta, tra via Unità Italiana e via Ferrarecce. Il 47enne, come riporta ‘Giustizianews24’, è stato catturato con in tasca un documento falso e 10mila euro in contanti su un tavolo.  

Ferriero era destinatario di un’ordinanza di custodia cautelare in carcere per l’omicidio del boss Francesco Verde, detto “o’ negus”, ucciso il 28 dicembre del 2007 a Casandrino. Il 47enne, stando alle dichiarazioni del boss pentito Vincenzo Marrazzo, avrebbe fornito al commando omicida indicazioni utili sugli spostamenti di Verde.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Sacerdote litiga coi fedeli e abbandona la messa

Torna su
CasertaNews è in caricamento