Prete in manette, la Diocesi: "Sconcerto e sofferenza per quanto appreso"

La nota della Curia: "Solidarietà alle vittime ed alle persone coinvolte"

Don Michele Barone ed il vescovo di Aversa Monsignor Angelo Spinillo

"Solidarietà alle vittime ed alle persone coinvolte". E' quanto esprime la Diocesi di Aversa dopo l'arresto del parroco Don Michele Barone, membro della Diocesi e dell'Associazione Missionari della Piccola Casetta di Nazaret.

Nell'apprendere a notizia dell'inchiesta sfociata negli arresti la Diocesi normanna si è detta "profondamente addolorata per quanto appreso dal provvedimento a carico del predetto sacerdote ed attendendo con fiducia gli sviluppi delle indagini da parte della Magistratura competente, esprime profondo rammarico e vicinanza e solidarietà alle vittime ed alle persone coinvolte - si legge in una nota - Al contempo la Diocesi, che già era intervenuta con ammonizione pubblica il 19 dicembre 2017 ed aveva emanato un Decreto di revoca delle facoltà ministeriali in data 16 febbraio 2018, prendendo atto delle più dettagliate accuse alla condotta del Sacerdote, vive con i fedeli un tempo di sconcerto e sofferenza per quanto appreso. Nella tristezza del momento, a tutti chiede rinnovata attenzione ad un autentico cammino di vita e di fede per il bene di ogni persona".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Omicidio Vannini, le troupe televisive a Caserta alla ricerca di Antonio Ciontoli

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Camion non si 'accorge' del ponte di Ercole e paralizza il traffico | FOTO

  • Psicosi coronavirus, esami su un uomo nel casertano. Primo test negativo

Torna su
CasertaNews è in caricamento