Arrestato a 14 anni dopo aver accoltellato un compagno di classe

La vittima voleva difendere un’amica ed è stato ferito sui gradoni. L'aggressore è stato fermato dopo ore di ricerche

Avevano litigato in classe, poi, una volta usciti dall’istituto, è scattata l’aggressione. Un fendente alla spalla, col sangue che ha iniziato a sgorgare, mentre l’aggressore si allontanava velocemente. E’ l’episodio avvenuto sabato poco dopo le ore 14 all’uscita dell’istituto Itis Volta di Aversa. La vittima è uno studente minorenne che è stato colpito da un compagno di classe mentre stavano scendendo i gradoni della scuola. 

La lite in classe, poi l'aggressione

Un’aggressione dettata da motivi futili, forse per un tentativo di difesa di una ragazza da parte della vittima (che oltretutto è seguita in classe anche da un insegnante di sostegno). Una parola “non gradita” che ha scatenato la reazione del bullo. Il quale, dopo aver accoltellato il compagno di classe alla spalla, si è immediatamente dileguato a bordo di una minicar. La vittima è stata accompagnata al Pronto soccorso dell’ospedale Moscati di Aversa da un docente ed è qui che è arrivata la polizia: gli agenti hanno ascoltato la vittima che ha indicato l’aggressore, prima che i medici disponessero il trasferimento all’ospedale Cardarelli in codice rosso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Trovato dopo ore di ricerche

Gli agenti guidati dal dirigente del commissariato di Aversa Vincenzo Gallozzi si sono messi sulle tracce del 14enne, che però non è tornato a casa. Sono state ‘visitate’ anche le abitazioni di alcuni parenti, fin quando, nel tardo pomeriggio, l’automobile del ragazzino non è stata identificata ed il minorenne fermato. Addosso aveva ancora il coltello col quale aveva ferito il ragazzino. Il magistrato ha disposto per lui il trasferimento al centro dei Colli Aminei di Napoli, un provvedimento molto duro nei confronti di un 14enne a testimonianza della gravità del fatto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

  • Mamma uccisa, il coltello comprato da Eduardo pochi giorni prima

Torna su
CasertaNews è in caricamento