Arrestato il sindaco con 2 imprenditori

Ai domiciliari Tamburrino ed anche l’ex dirigente dell’Ufficio Tecnico

Nicola Tamburrino

I carabinieri del comando provinciale di Caserta, nucleo investigativo, hanno eseguito un'ordinanza di misura cautelare degli arresti domiciliari nei confronti di quattro persone, nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Procura della Repubblica di Napoli Nord. Si tratta del sindaco di Villa Literno Nicola Tamburrino, di due imprenditori edili di Villa Literno (padre e figlio) e del responsabile dell'ufficio tecnico del Comune di Frignano (ex responsabile dell'ufficio tecnico del Comune di Villa Literno) per corruzione e falso ideologico in atti pubblici.

I fatti risalgono al periodo pre e post elettorale del rinnovo del mandato a sindaco e riguardano il rilascio del permesso di costruire richiesto dagli imprenditori per la realizzazione di un centro recettivo-turistico in via delle Dune a Villa Literno.

Il sindaco di Villa Literno, Nicola Tamburrino, è colpito dalla misura cautelare anche per un'altra vicenda corruttiva inerente al pagamento di crediti per prestazioni svolte a favore dell'ente comunale da un altro imprenditore, sempre di Villa Literno, pagamento avvenuto in periodo di dissesto del Comune.

Le complesse indagini dei carabinieri hanno permesso di ricostruire entrambe le operazioni, individuando le condotte di illecita interferenza nella pratica amministrativa e in quella di liquidazione dei crediti da parte degli amministratori e tecnici del Comune di Villa Literno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sorpreso a cacciare nell'impianto idrovoro, sequestrato fucile con 3 colpi in canna

  • Pandora falsi venduti nel Tarì, scoperto il deposito: sequestrati 2860 gioielli

  • Violento incendio in 3 depositi: fiamme altissime, la nube invade le case | FOTO

  • Rissa tra clan opposti al ristorante: "Gli ho spaccato la testa. Il fratello voleva uccidermi"

  • “Io nel clan a 13 anni. In carcere ho incontrato un indagato per l'omicidio dei miei genitori”

  • Un intero quartiere ruba la corrente, insulti e minacce ai tecnici dell'Enel: 25 persone nei guai

Torna su
CasertaNews è in caricamento