La ‘casa dell’orrore’: nuovi particolari inquietanti sulle violenze sessuali alle bambine

Fissato l’interrogatorio dell’orco che adesso si trova ai domiciliari

Emergono particolari inquietanti in merito all’indagine che ha portato all’arresto di un uomo di 63 anni di Piedimonte Matese con l’accusa di violenza ed abusi sessuali ai danni di tre bambine.

Oltre ad aver fatto sesso anale e vaginale con una bambina di 8 anni, l’uomo avrebbe tentato di avere anche un rapporto orale con la piccola, che però sarebbe riuscita a sfuggire alle grinfie dell’uomo. Il quale, però, come se nulla fosse, ha continuato per anni ad abusare di quelle piccole ragazzine che frequentavano la casa di una parente ad Alife dove si recavano per fare i compiti il pomeriggio dopo la scuola. Una casa che era diventata per loro la “casa dell’orrore”.

In un altro caso, la bambina veniva presa in braccio e con la scusa di vedere i video sul computer o suonare la chitarra, l’uomo si muoveva come a simulare un rapporto sessuale. Di tutto questo dovrà rispondere lunedì mattina davanti al giudice per le indagini preliminari che lo interrogherà assistito dall’avvocato Paolo Falco che è stato nominato dall’indagato.

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

  • Camion 'casertano' si schianta in autostrada e perde il carico | LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento