Tre rapine in un’ora, catturato dopo lo schianto in scooter

Il 32enne in manette dopo i raid in un bar e in due distributori di benzina

Aveva compiuto tre rapine nel giro di un’ora. Per questo i carabinieri della Tenenza di Caivano hanno tratto in arresto flagranza di reato G.M., un 32enne del luogo già noto alle forze dell'ordine che con la minaccia di una pistola e in sella a uno scooter con la targa coperta da nastro adesivo si spostava velocemente tra i paesi dell’hinterland a Nord di Napoli.

Una di queste rapine era stata commessa a Marcianise, ai danni di un distributore di benzina sulla Statale 87 nella zona industriale, dove aveva costretto il titolare a consegnare l’incasso. Successivamente il 32enne si era spostato a Cardito, dove aveva tentato di rapinare un bar in piazza Garibaldi, ma non era riuscito nell’intento perchè la vittima si era allontanata con i soldi addosso abbandonando il locale. Infine si era diretto in località Pascarola presso un altro distributore di carburanti, e anche in questo caso si era impossessato dell’incasso.

Subito dopo i militari dell’arma sono intervenuti d’urgenza in zona dopo aver ricevuto segnalazione con richiesta di aiuto al 112. L’uomo si stava allontanando in sella allo scooter seguito dall’ultima vittima. A un certo punto ha perso il controllo del mezzo ed è finito a terra. Ed è lì che i carabinieri lo hanno perquisito e trovato in possesso di una pistola scenica semiautomatica privata del tappo rosso e di 168 euro in banconote di vario taglio ritenute provento delle rapine. Ora l’arrestato è a Poggioreale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Raid vandalico al comitato elettorale del candidato della Lega

  • Attualità

    Invasione di turisti alla Reggia, lunghe code per il 25 aprile | FOTO

  • Cronaca

    L'ex sindaco torna libero prima delle elezioni

  • Cronaca

    Ruba corrente per alimentare il bunker del boss

I più letti della settimana

  • Poker online e scommesse illegali: 80mila euro nella cassa del clan

  • Sparatoria dopo il colpo, fuga sull'Appia

  • La tragedia di Pasquetta: è morto il medico Zinzaro

  • Imprenditore dei Casalesi al servizio dei Piccolo, Buttone: "Volevo ucciderlo"

  • Truffatrice incastrata nell'ufficio postale finisce alla sbarra

  • Ha ospitato il boss latitante per un debito nella "bisca dei vip"

Torna su
CasertaNews è in caricamento