Blitz della polizia, latitante scappa sui tetti

Salvatore Gabriele, ritenuto vicino alle cosche di Secondigliano, catturato dalla polizia

E’ durata soltanto pochi mesi la sua latitanza. Era il mese di agosto scorso quando gli uomini del Commissariato di Pubblica Sicurezza di Castel Volturno diretto dal vice questore Graziano effettuarono un blitz in un’abitazione di via Modena dove Salvatore Gabriele, 42enne napoletano con svariati precedenti di polizia per estorsione, detenzione e porto illegale di armi, traffico di sostanze stupefacenti e ritenuto vicinissimo alle cosche di Secondigliano, dove ha vissuto per lungo tempo, aveva trovato rifugio.

L’attività però non diede l’esito sperato. Nonostante ciò gli agenti continuarono nella loro incessante attività, non soltanto raccogliendo notizie sul territorio ma allertando anche altre fonti perché si giungesse ad altri elementi su cui lavorare.

Lo sforzo investigativo, con impegno protratto oltre il turno di servizio, permetteva ai poliziotti di raggiungere il risultato sperato, ovvero quel nuovo indizio che portava loro in un’abitazione di Baia Verde, precisamente in viale Barocci, dov’era stato notato il fratello. Dopo scrupolosi e costanti servizi di appostamento, protrattisi per più giorni, anche in ore notturne, adottando tutte le opportune cautele perché loro presenza non fosse né notata né destasse sospetti, gli agenti la scorsa notte facevano irruzione nell’appartamento non prima di aver precluso a Gabriele qualsiasi via di fuga, tant’è che vano si rilevava il suo tentativo di scappare attraverso i tetti.

Sprovvisto di qualsivoglia documento di documento Gabriele, riconosciuto dai poliziotti e trovato in possesso al momento di un coltello poi sequestrato, veniva accompagnato negli uffici del commissariato per poi essere associato al carcere dove dovrà scontare una pena residua di quasi due anni, in quanto riconosciuto colpevole nel tempo di diversi reati tra cui traffico e spaccio di droga, estorsione, detenzione e porto illegale di armi commessi in diverse parti d’Italia. Nella circostanza gli agenti denunciavano anche una donna trovata in sua compagnia per favoreggiamento.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Mani massacrate a martellate: un casertano tra i picchiatori del gruppo Contini

  • La speranza è finita: Fioravante è stato trovato morto

  • Prima uscita pubblica dei renziani: ecco chi ci sarà a Caserta

  • Il figlio non torna a casa, papà lo trova con gli amici e accoltella un 16enne

  • Cenerentola chiude, l'addio in una lettera: "50 anni bellissimi"

  • Blitz di Luca Abete a Marcianise dopo il servizio sul reddito di cittadinanza

Torna su
CasertaNews è in caricamento