Carabinieri inseguono Porsche Cayenne, fermano uomo che sferra pugno a militare

L'uomo aveva addosso eroina: è stato portato in caserma

Inutile il tentativo di fuga di Vincenzo B., un 41enne di Orta di Atella già noto alle forze dell'ordine, arrestato dai Carabinieri della tenenza di Caivano per detenzione di stupefacente a fini di spaccio, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

L’uomo era in Via Atellana, nel Rione IACP. Notata la pattuglia si è messo alla guida di una Porsche Cayenne e si è dato alla fuga. Nel corso dell’inseguimento, durante il quale ha anche speronato l’auto dei carabinieri, l'uomo ha lanciato dal finestrino un involucro contenente 14 bussolotti di eroina del peso complessivo di 14 grammi.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Dopo averlo tallonato per molti chilometri i militari, grazie al supporto di una seconda pattuglia, gli hanno sbarrato la strada. Barone ha così tentato fuggire a piedi ma, vistosi accerchiato, ha aggredito uno dei militari con un pugno al torace. Bloccato e poi perquisito, il 41enne è stato arrestato. Nel suo veicolo rinvenuto un altro bussolotto contenente una dose di eroina. Positivo anche all’etilometro, dopo le formalità di rito, Barone è stato tradotto al carcere di Poggioreale

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sequestrata azienda di giardinaggio: alberi uccisi dal punterolo rosso bruciati in un terreno | FOTO

  • Finto contratto da badante per il permesso di soggiorno

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Il pentito: "Carmine Schiavone voleva eliminare gli ultimi rappresentanti dei Bidognetti"

  • Aumentano di nuovo i contagi da coronavirus nel casertano

  • Nervi tesissimi tra cancellieri ed avvocati. La Camera Penale: "Accuse false contro la nostra categoria"

Torna su
CasertaNews è in caricamento