Fidanzati aggrediti per una "carezza" di troppo

Calci, pugni e tirate di capelli da un'altra coppia davanti ai bambini. I due ragazzi salvati dai militari

Il ragazzo preso a calci in testa

Coppia di fidanzati aggredita nel pieno centro di Caserta. E' quanto accaduto nella tarda sera di lunedì in via Redentore quando due ragazzi sono stati brutalmente aggrediti da un'altra coppia, di 40enni, che percorrevano la stessa strada con tanto di bambino in un passeggino.

Vittima dell'episodio è la figlia 25enne di Adriana Giusti, componente della segreteria cittadina di Fratelli d'Italia Caserta, ed il fidanzato di 26 anni. L'episodio si è verificato intorno alle 22,30. La coppia di fidanzati passeggiava abbracciata quando, in un moto d'affetto, la mano di lui scivola dalla vita al fondoschiena, fugacemente. La scena viene vista da due coppie, con prole al seguito, che si trovavano dietro di loro. Una delle donne, circa 40 anni, ha iniziato ad offendere la giovane dicendogliene di tutti i colori.

Offese rabbiose come se quel gesto fosse una "mancanza di rispetto" verso l'intero genere femminile. Un atto di cui indignarsi. I due ragazzi si sono prontamente scusati ma ciò non è bastato a placare l'ira della "signora" che ha continuato ad apostrofare la giovane con epiteti davvero poco gradevoli. Proprio la perseveranza delle oscenità pronunciate dalla "gentildonna" ha provocato la reazione del fidanzato della ragazza che ha invitato la donna a smetterla. 

Alla reazione ha conseguito una controreazione da parte della coppia di adulti. L'uomo si è avvicinato ed ha aggredito il 26enne con pugni e calci, al volto e dietro la nuca mentre la moglie ha rivolto le proprie attenzioni verso la ragazza, trascinandola per i capelli e facendola cadere a terra. Solo l'intervento repentino di tre militari della Caserma Ferrari Orsi ha letteralmente tirato via dalle percosse i due ragazzi.

I fidanzatini sono finiti in ospedale, dove sono stati refertati dal Pronto Soccorso. Ad avere la peggio è stato il ragazzo, sottoposto a Tac, e dichiarato guaribile con una prognosi di 4-5 giorni. Nella giornata di ieri i due ragazzi, accompagnati dall'avvocato Antonello Fabrocile, si sono recati in Questura per la denuncia, fatta contro ignoti. Saranno gli organi inquirenti a provare ad individuare gli aggressori, magari utilizzando le telecamere delle attività presenti proprio dove si sono verificati i fatti.

Sull'episodio la madre della ragazza Adriana Giusti ha commentato: "E' assurdo che in pieno centro di Caserta non ci si senta tutelati. Il mio ringraziamento va tutto a quei tre militari della Garibaldi il cui intervento è stato tempestivo ed ha evitato conseguenze peggiori da un punto di vista fisico. Resta il danno psicologico per questa disavventura".

LA SOLIDARIETA' DI FRATELLI D'ITALIA

Sul caso anche l'onorevole Giovanna Petrenga ha espresso solidarietà ad Adriana Giusti, componente della segreteria cittadina. "Intendo esprimere, sia personalmente che a nome di tutta la segreteria cittadina di Caserta, la vicinanza e la piena solidarietà all'amica Adriana per la vile ed immotivata aggressione che ha subito la figlia da una coppia di sconosciuti nel centro cittadino - si legge in una nota della politica - E' preoccupante quanto accaduto perchè ciò dimostra che alea oramai un generale senso di impunità per cui ognuno ritiene di poter agire come vuole senza alcun minimo timore delle conseguenze, anche gravi, che possono derivare da tali condotte illecite. E' perciò necessario un potenziamento della presenza delle autorità e delle forze dell'ordine capace di garantire una maggiore sicurezza per tutti i cittadini".

Alla Giusti è arriva inoltre un ulteriore attestato di solidarietà dal coordinatore provinciale di Fratelli d’Italia, Enzo Pagano: “Il coordinamento è vicino ad Adriana Giusti, dirigente di FDI, per la vile aggressione che la Figlia in compagnia del fidanzato, ha subito ad opera di una coppia di balordi la sera del 23 luglio scorso. L’aggressione sarebbe scaturita, in quanto i due giovani fidanzati che si scambiavano in maniera innocente e del tutto normale abbracci affettuosi, avrebbe infastidito i due coniugi quarantenni che hanno aggredito i giovani fidanzati con calci e pugni. Fratelli d’Italia da sempre condanna ogni forma di violenza a prescindere da chi viene esercita, infatti la leader del partito Giorgia Meloni si è sempre schierata a difesa di chi subisce atti del genere sollecitando in ogni sede istituzionale maggiori risorse per le forze dell’ordine, al fine di assicurare una costante presenza sul territorio, finalizzata a garantire la sicurezza di tutti i cittadini. Un ringraziamento va ai 3 militari che sono intervenuti ed hanno evitato conseguenze ancora più gravi per il ragazzo che dagli stessi è stato accompagnato in ospedale per le cure delle lesioni subite. Il coordinamento provinciale di FDI di Caserta eserciterà tutte le azioni politiche nelle competenti sedi istituzionali al fine di garantire la sicurezza dei cittadini, in modo particolare, chiedendo maggiori risorse per le forze dell’ordine alle quali va il plauso per l’importante e delicato compito che già svolgono sul territorio della nostra provincia.

Potrebbe interessarti

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Menopausa: ecco i consigli per viverla con serenità

I più letti della settimana

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Lutto a Caserta, muore avvocato

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Camion 'casertano' si schianta in autostrada e perde il carico | LE FOTO

  • Muore sul campo da calcetto stroncato da un malore

Torna su
CasertaNews è in caricamento