Trovato sanguinante vicino la stazione, fermato il fratello: lo ha accoltellato

Il ferimento dopo una lite: la vittima è scappata da casa

Fermo indiziario di delitto per lesioni gravissime. L'accusa a carico di Erge S., 33 anni, albanese che domenica sera ha accoltellato il fratello. La vittima scappava dall'abitazione del fratello poco prima di esser ritrovato in stato di incoscienza e sanguinante nei pressi della stazione ferroviaria di Sparanise. Una lite per futili motivi é stata la molla che ha portato Erge ad accoltellare suo fratello, trentenne irregolare sul territorio italiano con un coltello da cucina. Un raptus improvviso, l'esasperazione ed infine la violenza. Dopo un lungo interrogatorio nei locali del commissariato di Sessa Aurunca, la confessione. Scattate le manette per l'albanese, condotto presso la casa circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento