Denunciato dal vicino per un abuso edilizio

La persona offesa in aula: "La costruzione mi ha oscurato la vista del sole"

Il processo si sta celebrando a Caserta

Una storia di litigi tra vicini, fatti di cause su cause, denunce e controdenunce. E' quella che è arrivata ieri dinanzi al giudice Caparco presso la sezione distaccata di Caserta del tribunale di Santa Maria Capua Vetere.

Protagonista della vicenda è T.S., residente in via Kennedy a Casapulla, accusato di abuso edilizio. In aula è stato chiamato a testimoniare il vicino che ha sporto querela parlando alle forze dell'ordine del manufatto realizzato dall'imputato e che gli avrebbe "oscurato la vista del sole". L'uomo, però, controinterrogato dall'avvocato Iovane, difensore dell'imputato, non ha saputo dare risposte sul presunto abuso, o meglio sulle basi su cui egli sostenesse che si trattasse di una costruzione irregolare. Il legale si è riservato di produrre alla prossima udienza le licenze del suo assistito, sparite dal Comune di Casapulla. Il giudice ha dunque rinviato il processo alla fine di giugno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto tra auto e camion sulla statale: ferita 27enne | FOTO

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Ragazza investita dal treno merci mentre è sui binari

  • Omicidio Vannini, le troupe televisive a Caserta alla ricerca di Antonio Ciontoli

  • Terribile schianto sull'Appia, tir centra in pieno un'auto: corsa folle in ospedale

  • Imprenditore casertano brevetta un sistema per risparmiare l'energia elettrica

Torna su
CasertaNews è in caricamento