Prime dichiarazioni al gip dell'uxoricida di Arienzo

Arienzo - Il gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Stefania Amodeo, ha convalidato l'arresto di Michele Rivetti, l'uxoricida catturato dopo una fuga di due giorni. Il 52enne, originario di Arienzo ma residente a Cervinara (Av), è accusato...

Il gip del tribunale di Santa Maria Capua Vetere, Stefania Amodeo, ha convalidato l'arresto di Michele Rivetti, l'uxoricida catturato dopo una fuga di due giorni. Il 52enne, originario di Arienzo ma residente a Cervinara (Av), è accusato di aver ucciso, con un colpo di pistola, la moglie Elisa Affinita di 40 anni. L'uomo, assistito dall'avvocato Pasquale Vigliotti, avrebbe reso le prime parziali ammissioni sull'omicidio. L'interrogatorio è durato un'ora e mezza. Al gip avrebbe detto che non voleva ammazzarla. Intanto Rivetti resta in carcere nell'istituto di Santa Maria Capua Vetere. Le accuse nei suoi confronti sono di omicidio volontario premeditato, aggravato dalla parentaela, porto d'arma abusivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Favori ai boss dei Casalesi in carcere, condannato agente della penitenziaria

  • Liquami illegali nel canale, scatta il sequestro nell'allevamento

  • Schianto tra auto e camion sulla statale: ferita 27enne | FOTO

  • Ucciso per un'offesa ai boss, il pm: "Ergastolo per Zagaria"

  • Ragazza investita dal treno merci mentre è sui binari

  • Tir fuori strada perde il carico di bagnoschiuma | LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento