Gdf scopre truffa ai danni dello Stato: nei guai sindaco, dirigente e due professionisti

Fontegreca - A conclusione di un'articolata indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere,i finanzieri dellaTenenza di Piedimonte Matese hanno scoperto una truffa ai danni dello Stato posta in essere di comune...

20110628081104_gdf-caserta

A conclusione di un'articolata indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere,i finanzieri dellaTenenza di Piedimonte Matese hanno scoperto una truffa ai danni dello Stato posta in essere di comune accordo da un dirigente del Comune di Fontegreca e un ingegnere ed alcuni professionisti.
In particolare,in esecuzione di una specifica delega dell'Autorità Giudiziaria finalizzata a verificare la regolarità di alcune gare di appalto indette dal predetto Comune, una delle quali prevedeva anche l'acquisto di beni da parte dell'Ente locale,i finanzieri hanno accertato dei pagamenti fittizi a favore di una società con sede in Provincia di Benevento, a fronte di una fornitura di apparati informatici ed arredi vari in realtà mai effettuata, i cui costi sono stati giustificati mediante fatturazione fittizia per un importo di 22mila euro e false attestazioni. Il mobilio e le attrezzature tecniche dovevano servire per arredare ed informatizzare alcuni uffici del Comune.
Nell'ambito delle stesse investigazioni, i finanzieri hanno accertato un ulteriore abuso d'ufficio perpetrato dal responsabile dell'Ufficio Tecnico in concorso con gli altri indagati. Infatti, nel corso dell'esecuzione dei lavori di adeguamento dell'edificio scolastico del Comune di Fontegreca, veniva redatta una perizia di variante palesemente illegittima, finalizzata a procurare un ingiusto vantaggio patrimoniale alla ditta appaltatrice.
Al termine delle indagini sono stati denunciati cinque soggetti: il Sindaco ed il responsabile dell'Ufficio Tecnico del Comune di Fontegreca (CE), due imprenditoriuno di Torrecuso (BN) e l'altro di Fontegreca (CE), nonché un ingegnere originario di San Potito Sannitico (CE), ma con studio professionale in Piedimonte Matese, per reati cha vanno dal falso in atto pubblico, alla truffa aggravata, all'abuso d'ufficio.
In ordine alle responsabilità sopra evidenziate, l'Autorità Giudiziaria ha disposto, nei confronti di I. A. di anni 53 e di R. A. di anni 76, rispettivamente la misura interdittiva della durata di due mesi della sospensione dall'ufficio di Dirigente dell'Ufficio Tecnico del Comune di Fontegreca e del divieto di esercitare la professione di ingegnere,nonché il sequestro preventivo, sempre nei confronti degli stessi, di beni fino alla concorrenza dell'importo di 22mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Doppio agguato di camorra, giallo sull'auto del commando

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Assalto fuori la banca, ferita una guardia giurata

  • Sospetto Coronavirus, paziente isolato. Si attiva il protocollo

  • Camion non si 'accorge' del ponte di Ercole e paralizza il traffico | FOTO

  • Coronavirus, allarme a Pineta Grande: isolato un uomo di Mondragone

Torna su
CasertaNews è in caricamento