Violenza sessuale ad una studentessa: arrestato 60enne

Prata Sannita - A seguito di una attività investigativa condotta dai Carabinieri della Stazione di Prata Sannita, e coordinata dalla Compagnia di Piedimonte Matese, è finito in manette D.S., 60enne del posto, con la grave accusa di violenza...

135901_carabinieri_arresto_camorra_ftv

A seguito di una attività investigativa condotta dai Carabinieri della Stazione di Prata Sannita, e coordinata dalla Compagnia di Piedimonte Matese, è finito in manette D.S., 60enne del posto, con la grave accusa di violenza sessuale continuata nei confronti di una giovane studentessa. I fatti risalgono al 2004, quando una 20enne, studentessa universitaria in Italia, di origine polacca, fu ospitata presso un'abitazione del 60enne. L'uomo mediante continue minacce di morte che rivolgeva direttamente alla studentessa e minacciando anche che avrebbe fatto uccidere i suoi genitori che si trovavano in Polonia, da un parente camorrista, costringeva per circa un anno intero la giovane a subire continui abusi sessuali e violenze di ogni tipo, portandola ad un vero e proprio stato di schiavitù fisica e psichica. La giovane studentessa in paese non poteva parlare con nessuno, tantomeno avrebbe dovuto avere qualsiasi contatto con i Carabinieri del posto, in caso contrario nei suoi confronti sarebbe scattata una rappresaglia fatta di minacce e aggressioni fisiche. Ma all'ennesima violenza sessuale subita in silenzio, la ragazza riuscì a confidarsi prima con il Parroco e poi con il Maresciallo dei Carabinieri, proprio incontrandoli all'interno della chiesa, unico posto che gli era consentito frequentare una volta alla settimana. Da qui la denuncia della terribile storia, fatta di giornate passate segregata in casa e costretta ad avere quotidianamente rapporti orali e rapporti sessuali completi non protetti, perché così voleva l'orco. Poi la ragazza fu ospitata presso un convento delle suore orsoline, mentre le indagini dei Carabinieri proseguivano fino a mettere la parola fine a questa orrenda vicenda, che ha avuto il suo epilogo con l'esecuzione dell'ordine di carcerazione emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, per espiare una condanna alla pena di anni 9 e mesi 6 di reclusione per i fatti accaduti. Il 60enne è stato prelevato dai Carabinieri presso la sua abitazione, dove è stato tratto in arresto e trasferito presso la Casa Circondariale di Santa Maria Capua Vetere.

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • Tragedia sulla provinciale: muore motociclista

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

Torna su
CasertaNews è in caricamento