Le voci della Casertana

Le voci della Casertana

Casertana. Martone: "Coi tifosi avremmo vinto". E manda un messaggio polemico al sindaco

Il dirigente: "Non si è vista differenza con la Juve Stabia"

Il dirigente Aniello Martone

Nel silenzio assordante del Pinto la gara tra Casertana e Juve Stabia termina a reti inviolate. Ad avere la peggio però sono stati i falchetti costretti a giocare gli ultimi minuti di gioco in nove per l’espulsione di D’Angelo e poi di Rainone

Ai microfoni della sala stampa Mario Iannotta, si presenta il dirigente dei rossoblù Aniello Martone che esordisce con un messaggio per il sindaco di Caserta Carlo Marino: “Questo risultato positivo lo dedichiamo al sindaco perché con l’ingresso dei tifosi avremmo potuto fare goal grazie al loro tifo. Questo è stato un danno a noi, per la classifica e per la nostra immagine".

Sulla gara: "Il pareggio è stato giusto. Non c’è stata alcuna differenza tra la prima e la quinta squadra in classifica. Ma se ci fosse stata la vittoria, avremmo festeggiato insieme ai tifosi in via Laviano. Le espulsioni purtroppo sono dovute alle tensioni di questi giorni, non ho nulla da dire sull’arbitro, per me uno dei migliori che abbiamo avuto qui a Caserta”. 

In ottica futura: “Noi, comunque, andiamo avanti per il bene della Casertana, da tre anni consecutivi ci qualifichiamo per i playoff, ogni anno la società è migliorata nei posti in classifica, e quest’anno siamo quinti dietro a squadre blasonate”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento