Blitz dei Nas, ospedale 'sequestrato' dopo l'inchiesta sui medici

Rilevati problemi nelle sale operatorie ed in Radiologia. La struttura resta aperta per evitare l'interruzione delle prestazioni sanitarie

L'ospedale di Sessa Aurunca è stato sequestrato

Non sono finiti i problemi per l’ospedale di Sessa Aurunca. Nel prosieguo delle indagini che hanno visto la notifica di 18 provvedimenti cautelari da parte della Compagnia di Capua, i carabinieri del NAS di Caserta hanno effettuato un’accurata ispezione presso i locali della struttura ospedaliera. 

Il Nucleo anti sofisticazione ha rilevato la presenza di molteplici e notevoli carenze strutturali, funzionali e organizzative che interessano, in particolar modo, il complesso delle sale operatorie e il servizio di Radiologia. 

Inoltre, nel corso delle verifiche, è stata accertata la mancanza della prevista autorizzazione all’esercizio della struttura nosocomiale, così come previsto dall’art. 193 Testo Unico Leggi Sanitarie (R.D. n. 1265/34), in relazione alla Delibera di Giunta regionale della Campania n. 7301/2001. 

Per questo motivo, le carenze saranno segnalate alla competente Commissione, mentre l’assenza dell’autorizzazione all’esercizio, essendo una fattispecie di carattere penale, comporterà il deferimento all’autorità giudiziaria del legale rappresentante e ha indotto gli operanti a disporre il sequestro preventivo d’urgenza dell’intero ospedale con facoltà d’uso, onde evitare l’interruzione delle prestazioni e ulteriori disagi per gli utenti.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra dalle vacanze e si 'becca' 10mila euro col 'Gratta&Vinci'

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Anatre abbattute a fucilate, beccati i cacciatori abusivi | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

Torna su
CasertaNews è in caricamento