Pd-Watch’, la start-up dell’ospedale di Caserta per la cura del Parkinson

Il dispositivo realizzato dall'ingegnere Luigi Battista dà nuova speranza ai malati

Carmine Mariano e Luigi Battista

Conferito a Lisbona dall’Istituto Europeo di Innovazione e Tecnologie (EIT Health) il premio “Innostars Headstart 2019" per l’ideazione e la realizzazione di un dispositivo indossabile, il PD-Watch (Parkinson’s Disease Watch). L’inventore è Luigi Battista, un giovane dirigente, ingegnere biomedico, in forza all’azienda ospedaliera Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta.

I vincitori del premio a Lisbona-2

Il PD-Watch si può impiegare per supportare la diagnosi della malattia di Parkinson in soggetti a rischio, per monitorare il decorso temporale della malattia e per quantificare gli effetti terapeutici del piano di cura in atto. L’azienda ha messo a punto uno studio clinico per il monitoraggio continuo e oggettivo del tremore e delle discinesie in soggetti parkinsoniani, coordinato dal professore Vincenzo Andreone, direttore dell’Unità operativa complessa di Neurologia e del Dipartimento di Scienze Mediche. A ritirare il premio a Lisbona e a presentare la start-up e lo studio clinico, insieme con il giovane ricercatore ingegnere Battista, il professore Andreone e l’avvocato Carmine Mariano, commissario straordinario dell’azienda ospedaliera di Caserta “Sant’Anna e San Sebastiano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Gioielli rubati, l'ispettore incastra il titolare del 'Compro Oro'

  • Pistola in pugno rapinano automobilista del Rolex: caccia ai banditi

  • "Ucciso per un'offesa a Zagaria", il manoscritto di Schiavone finisce nel processo

  • Vento forte, pericolo nel casertano: c’è l’allerta

Torna su
CasertaNews è in caricamento