Medicina omeopatica, consulti gratis negli studi medici: ecco chi ha aderito

L'iniziativa in occasione della giornata internazionale

In occasione della Giornata Internazionale della Medicina Omeopatica, mercoledì 10 aprile, l’Associazione Medica Italiana di Omotossicologia (A.M.I.O.T.) promuove anche quest’anno l’iniziativa “Stiamo bene… naturalmente!”: su tutto il territorio nazionale, gli studi medici, odontoiatrici e veterinari che aderiranno all’iniziativa offriranno al pubblico consulti gratuiti per sensibilizzare sull’importanza di corretti stili di vita, educare alla prevenzione dei mali di stagione, delle allergie, delle intossicazioni dell’organismo, dei dolori cronici e di altri malesseri, informare sulle terapie d’avanguardia e sull’utilità di avere maggiore cura di se stessi, oltre a garantire un aggiornamento sulle ultime novità in ambito terapeutico complementare.

medici omeopatia-2

In questo modo A.M.I.O.T. mette a disposizione una rete di professionisti aderenti disponibili non solo a effettuare un consulto gratuito per un controllo medico, ma anche ad approfondire le conoscenze sulle terapie dei bassi dosaggi, allineate alle più moderne ed efficaci metodologie cliniche. L’iniziativa “Stiamo bene… naturalmente!”, promossa da A.M.I.O.T. - Associazione Medica Italiana di Omotossicologia, che beneficia del sostegno incondizionato di GUNA, l’azienda farmaceutica leader in Italia nella “medicina dei bassi dosaggi” - ha ricevuto ad oggi il patrocinio gratuito di 26 tra Ordini dei Medici, dei Veterinari e dei Farmacisti e altre prestigiose istituzioni.

L’edizione dello scorso anno ha fatto registrare numeri da record a dimostrazione che l’omeopatia sta godendo di una popolarità e di un consenso sempre maggiore negli ultimi anni: un incremento del +10% rispetto all’edizione 2017 con 534 studi medici, odontoiatrici e veterinari aderenti, 1800 farmacie e parafarmacie sostenitrici, 102 Province coperte e un numero verde a cui hanno chiamato circa 1.000 persone. Relativamente alle patologie con il più alto numero di richieste di visita si attestano al primo posto le malattie algico-reumo-artropiche (38,7%), poi nell’ordine quelle allergico-immunologiche (28,8%), gastroenterologiche (28,2%), odontoiatriche (16%), geriatriche (15,3%) e dermatologiche (14,1%). La sfida di A.M.I.O.T. sarà anche per quest’anno replicare lo straordinario successo dell’edizione del 2018.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Colpo alle poste, i ladri ‘beffati’ dal direttore | FOTO

  • Poste Italiane cerca portalettere nel casertano, ma il tempo stringe

  • Irruzione dei banditi in un altro ufficio postale

  • Rapina all'ufficio postale: polizia e carabinieri circondano la zona | LE FOTO

  • Morta professoressa, studenti in lacrime

Torna su
CasertaNews è in caricamento