Ztl a corso Giannone, Fratelli d'Italia: "Enorme disagio per i genitori"

Il coordinatore cittadino Ursomando: "Scelta scellerata dell'amministrazione"

Il coordinatore cittadino di FdI Ursomando

Il coordinamento cittadino di Fratelli d'Italia contro alla ztl di corso Giannone che partirà il prossimo 10 gennaio.

Secondo quanto si legge in una nota del coordinatore cittadino Claudio Ursomando "speravamo che l'amministrazione comunale di Caserta avesse avuto un sussulto di ragionevolezza abbandonando l'idea della Ztl "part time" sul corso Giannone, ma purtroppo non è stato così. Infatti abbiamo appreso che dal 10 gennaio sarà attiva la Ztl "limitata" solo per poche ore in concomitanza con gli orari di uscita e di entrata delle scuole che insistono sull'arteria cittadina. FdI si oppone fortemente a questa Ztl così strutturata perché inutile e controproducente perchè porterà solo disagi e svantaggi ai cittadini casertani, specie ai genitori che dovranno accompagnare i propri figli nei plessi scolastici, e di certo non migliorerà la situazione ambientale che, anzi, verrà aggravata dal traffico e dallo smog che si creerà nelle zone in prossimità dei varchi".

Poi Ursomando ribadisce come "la lezione della Ztl del secondo tratto di Corso Trieste, che ha portato esclusivamente alla morte commerciale dello stesso,  non ha insegnato nulla. Fin quando non saranno realizzate infrastrutture e attuati servizi collegati, come ad esempio maggiori parcheggi collegati ad efficienti servizi di trasporto pubblico, le Ztl non produrranno alcun effetto benefico alla città. Ma addirittura questa ultima decisione appare del tutto inconcepibile considerata la ristrettezza degli orari di attuazione che sembra mirata a colpire esclusivamente i genitori degli alunni; infatti, così come si è appreso dagli organi di stampa, avranno diritto al permesso di entrata, oltre ai residenti e ai commercianti, anche gli insegnanti e i funzionari delle scuole che insistono sulla zona interdetta. Quindi quale effettiva riduzione di flusso veicolare dovremmo assistere, quale effettiva diminuzione di smog si avrà sul tratto di strada interessato, senza considerare l'inevitabile aumento di quest'ultimo nelle prossimità dei varchi?".

"Ancora una volta - prosegue - dobbiamo constatare che questa amministrazione non ha più alcuna progettualità per la città, ma continua a vivere alla giornata "sperimentando" sulla pelle dei cittadini, aumentando il traffico e lo smog nel centro cittadino, come sta capitando al primo tratto del Corso Trieste, oramai ingolfato ad ogni ora del giorno e della notte dopo "l'illuminata" idea di modificare i sensi di marcia di via Galilei e via Don Bosco, il cui unico risultato è stato quello di portare all'esasperazione dei residenti e degli stessi commercianti. Invitiamo quindi il sindaco e l'assessore al ramo a rivedere questa scelta prima del suo avvio, anche perché non vorremmo passare per profeti di un ulteriore fallimento di questa amministrazione che, fra trenta giorni, si vedrà costretta a rivedere questa scellerata decisione che avrà portato esclusivamente ad un ulteriore spreco di risorse pubbliche utilizzate per l'acquisto delle telecamere e della segnaletica stradale".

Potrebbe interessarti

  • Maschera rigenerante per capelli secchi e crespi: la ricetta della nonna

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Quanto tempo bisogna aspettare per fare il bagno dopo aver mangiato?

I più letti della settimana

  • Affiora cadavere in mare, dramma sulla spiaggia

  • Un impero da 300 milioni di euro sequestrato all'imprenditore in odore di camorra

  • Pentito non attendibile, dissequestrato l'impero milionario dell'imprenditore calzaturiero

  • Tragedia sulla provinciale: muore motociclista

  • Arrestato il cassiere dei Casalesi: smantellato il business dei cartelloni pubblicitari

  • Rolex e Pandora falsi, arrestato orafo del Tarì

Torna su
CasertaNews è in caricamento