Marino difende la ztl di corso Giannone: "La salute dei cittadini è una priorità"

Il sindaco rilancia: "Dati centralina allarmanti, così si sale nelle graduatorie". E sugli alberi rassicura: "Abbatteremo solo quelli a rischio crollo"

Il sindaco di Caserta Carlo Marino

Il sindaco di Caserta Carlo Marino difende le sue scelte su ztl a corso Giannone e alberi dettate dal "comun denomitatore" della salvaguardia della salute dei cittadini.

Il primo cittadino ha usato Facebook per spegnere le polemiche e dare il proprio contributo al dibattito che si sta accendendo in queste ore proprio sul social network, tra favorevoli e contrari. Una discussione alla quale il sindaco si è detto molto "interessato" scegliendo di chiarire "un po' di argomenti così da permettere un dibattito più esaustivo per chi è in buonafede e concedere a quelli in malafede di continuare in inutili e offensivi cattiverie nei confronti della città".

Primo argomento: la ztl a corso Giannone, nel tratto tra via Sant'Antonio da Padova e piazza Vanvitelli, che entrerà in vigore il prossimo 10 gennaio. "Per un anno - ha sottolineato Marino - abbiamo dato a tutti la possibilità di organizzarsi un nuovo modello di percorso per accompagnare i propri bambini a scuola. A cosa serve? Salvaguardare la salute dei nostri figli! E questo già basterebbe. I dati della centralina sono allarmanti e ricordo a me stesso che oltre a dover rispettare la norma ci permette anche di mettere in sicurezza i nostri figli visto che molti nostri concittadini conoscono poco il codice della strada.

Consiglio a tutti l'utilizzo del piedibus che l'amministrazione comunale insieme al mondo associazionistico e ai volontari ha messo in campo già oramai da due anni con risultati soddisfacenti. Gli orari del varco attivo della ztl sono 07.45 fino alle 09.00 e dalle 12.00 alle 14.00. Ricordo a me stesso che le città che hanno una elevata qualità di vita hanno ampie zone ztl. Non si può avere tutto, dobbiamo decidere se vogliamo le comodità di salire con la macchina fino in classe per accompagnare i ragazzi oppure vogliamo far crescere i nostri figli in salute, in sicurezza e crescere nelle graduatorie".

Poi Marino affronta la questione alberi, con lo sfalcio di 160 fusti in città. "Dopo cinque anni che in città non si potavano le piante, circa 5000, da fine mese per tutto il periodo previsto dalla natura, finalmente siamo riusciti a trovare delle risorse per sistemarle. Ricordo sempre a me stesso che il comune è come una famiglia con le stesse risorse si deve cercare di far quadrare le esigenze di tutta la famiglia. Secondo argomento pericolo caduta alberi. Sono completamente d'accordo con il mio amico Gianni Megna e mi preoccuperei del contrario. Si farà un controllo di ogni albero, ci sarà una verifica di un agronomo e solo quelli veramenti pericolosi verranno abbattuti. Ricordo sempre a me stesso che già l'anno scorso abbiamo avute delle cadute con gravi pericoli per i cittadini e un'amministrazione seria è un argomento che non può trascurare".

"Come vedete tra tutti gli argomenti trattati c'è un comune denominatore ed è la salute, quella dei cittadini , ed è un tema che prevale su tutto - conclude Marino - Adesso spazio ai giusti commenti e anche ai leoni della tastiera che aspetto in comune per dibattere dei problemi della città possibilmente non in ciabatte e pigiamino".

Potrebbe interessarti

  • Un casertano ai mondiali dei parrucchieri a Parigi

  • Frutti rossi ed anguria per combattere le gambe gonfie e pesanti

  • Trucco illuminante: ecco la nuova tecnica e come applicarla

  • Menopausa: ecco i consigli per viverla con serenità

I più letti della settimana

  • Pentiti ed arresti non hanno scalfito i Casalesi. Ecco la nuova mappa dei clan nel casertano I FOTO

  • TERREMOTO Trema la terra nel casertano

  • Colpo da 'Zara', fermata dai carabinieri con mille euro in vestiti

  • Lutto a Caserta, muore avvocato

  • Trovato morto dalla moglie sotto il porticato di casa

  • Camion 'casertano' si schianta in autostrada e perde il carico | LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento