Stop Reggia, nel 2018 solo mille visitatori in più

Si ferma il trend di crescita del Museo, ancora in attesa di un direttore 'stabile' dopo l'addio di Felicori

La Reggia di Caserta

Il trend di crescita dei visitatori della Reggia di Caserta si ferma. Ad attestarlo è la stessa direzione del Museo, guidato ad interim dal Direttore Generale dei Musei del Mibac Antonio Lampis, che ha reso noto come nell’anno appena trascorso siano stati 838mila i visitatori che hanno osservato da vicino il Palazzo Reale e il suo parco.

Numeri che segnano un sostanziale stop dopo anni di forte crescita: nel 2017 furono 837mila le presenze, di fatto in un anno la crescita è stata nulla. Nei precedenti due anni la gestione di Mauro Felicori, il manager bolognese che con le sue iniziative ha spaccato in due cittadini e intellettuali tra ‘pro’ e ‘anti’, aveva generato un importante aumento dei numeri: nel 2015 erano 500mila i visitatori, nel 2016 si salì a 700mila, fino agli 837mila del 2017.

Nella giornata di ieri, 6 gennaio, prima domenica del mese e quindi con accesso gratuito, sono stati 4.626 i visitatori che hanno trascorso l’Epifania alla Reggia. Numeri più bassi del solito, ma frutto anche della concomitanza dei saldi, iniziati sabato 5 gennaio.

Intanto il Ministero dei Beni culturali si è mosso per dare una guida stabile alla Reggia. Nell’ultimo giorno del 2018 sono stati infatti nominati i componenti della commissione che dovrà giudicare le candidature pervenute per l'incarico di direttore della Reggia.

Potrebbe interessarti

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Selfie e palleggi con i tifosi, Mertens show sulla spiaggia di Castel Volturno

  • Frutta e verdura: non tutte fanno dimagrire! Ecco quali scegliere per perdere peso velocemente

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • TERREMOTO Trema la terra, terza scossa in poche ore

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • I Casalesi si ricompattano, il pentito: "Il clan non è finito"

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • TERREMOTO Lieve scossa nel casertano

Torna su
CasertaNews è in caricamento