"Questo non è amore", la polizia in piazza contro la violenza sulle donne | FOTO

Gazebo informativo in piazza Dante con gli psicologici di due associazioni

I poliziotti al gazebo informativo in piazza Dante

Nella data simbolo di San Valentino la Polizia di Stato di Caserta è presente nella centralissima Piazza Dante con uno stand allestito per approfondire le informazioni sulla violenza contro le donne, grazie alla presenza di una equipe costituita da personale della Polizia di Stato specializzato sulla violenza di genere e da psicologi del Centro Antiviolenza Eva e dell’Associazione Spazio Donna.

""Se ti ricatta… non è amore. Se minaccia te o i tuoi figli… non è amore. Se ti isola, umilia, offende… non è amore. Se ti perseguita con mail e sms ossessivi… non è amore. Se ti prende con violenza quando non vuoi… non è amore. Se ti chiede “l’ultimo appuntamento”… non è amore”. Se ti uccide… non è amore". Questo il messaggio della campagna permanente “…questo non è amore” che prevede in tutte le province italiane camper, pullman, gazebo e altri momenti d’incontro volti a rompere l’isolamento e il dolore delle vittime di violenza di genere, offrendo il supporto di un’equipe di operatori specializzati, in prevalenza composta di donne e formata da personale di Polizia specializzato, da medici, psicologi e da rappresentanti dei centri antiviolenza.

Un progetto contro la violenza di genere che ha consentito di contattare decine di migliaia di persone, in maggioranza donne, diffondendo informazioni sugli strumenti di tutela e di intervenire su situazioni di violenza e stalking che diversamente sarebbero potute rimanere ingabbiate nel dolore domestico. Oltre alla tutela offerta dalla legge, che va dagli strumenti dell’ammonimento al divieto di avvicinamento fino ai domiciliari e al carcere per i casi più gravi, la battaglia più importante si gioca sul campo della prevenzione in cui la Polizia di Stato è impegnata, non solo nel contribuire attraverso l’informazione al superamento di una mentalità di sopraffazione, ma a fare da sentinella per intercettare prima possibile comportamenti violenti e intimidatori.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, il giorno del contagio in Campania: 24enne di Caserta positiva al test

  • Coronavirus, De Luca chiude le scuole in tutta la Campania

  • Coronavirus, scuole chiuse a Caserta. La 24enne 'positiva' trasferita al Cotugno

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Coronavirus, il medico casertano: "E' aggressivo solo in alcuni casi. Niente panico, solo piccole precauzioni"

Torna su
CasertaNews è in caricamento