Il sindaco vieta i falò di Ferragosto

L'ordinanza del sindaco che ha negato l'accensione di fuochi sulle spiagge

Vietati i falò in spiaggia

Disposto dal sindaco facente funzioni di Cellole, Giovanni Iovino, il divieto dal 14 al 16 agosto, sugli arenili liberi e le spiagge del territorio, di detenere a qualsiasi titolo legna, carbone, carbonella e qualsiasi altro materiale che possa servire all'accensione dei fuochi ed inoltre di campeggiare, bivaccare ed accendere i fuochi.

L'ordinanza firmata questa mattina, come lo scorso anno, è scaturita dal fenomeno di intrattenersi oltre l'orario della balneazione per campeggiare e accendere falò. Il fenomeno assume caratteri intollerabili nelle notti dal 14 al 16 agosto, con problematiche registrate negli anni precedenti, di sicurezza pubblica e privata e di igiene pubblica dovute all'abbandono indiscriminato dei residui delle accensioni dei falò sulle spiagge.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Di qui il divieto di accensione dei falò, per evitare un danno per l'ambiente, in particolare in prossimità delle dune con cespugli o della pineta per il rischio di incendi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Confiscato un tesoro da 22 milioni di euro all'imprenditore 'amico' dei Casalesi

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Va a caccia col porto d'armi scaduto, condanna "mini" per 67enne

  • Pensioni minime a 1000 euro. De Luca: "Una giornata storica"

  • Tre casertani positivi al tampone per il coronavirus

  • Terrore in corso Giannone, albero della Reggia crolla in strada | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento