Vice sindaco furioso: ora vuole denunciare chi posta 'notizie fake' su Facebook

Fadda su tutte le furie dopo l'ennesimo post contro l'amministrazione sulle scuole

Il vice sindaco Luigi Fadda

Un post sulla presenza di uno sciame di api in una scuola di Aversa è stata la classica goccia che ha fatto traboccare il vaso. Ed ora da parte dell'amministrazione comunale sembra non esserci più intenzione di scherzare.

Ad annunciare il cambio di strategia è stato il vice sindaco Luigi Fadda con un post nel gruppo Facebook 'Aversa che va che non va', uno dei più attivi inerenti la città normanna. "Domani mi rivolgerò alla Avvocatura Civica per chiedere di valutare l'eventuale sussistenza di profili di responsabilità per la diffusione, in questo gruppo, di fake news lesive dell'immagine dell'Amministrazione Comunale. Intanto, buon divertimento".

cattura-7

Questo il messaggio del braccio destro del sindaco Alfonso Golia, che però va chiarito su cosa era stato postato qualche ora prima: la foto di uno sciame di api (presa chiaramente su internet, non originale) con la quale si denunciava la presenza degli animali alla scuola di via Giotto. Una foto che non rappresentava la realtà e che, per il vice sindaco, è lesiva dell'immagine dell'amministrazione.

Da qui la manifestata volontà di denunciare, ma, soprattutto, quella di mandare un messaggio chiaro a quelli che vengono definiti "leoni di tastiera": le critiche vengono accettate ma solo se si resta nei canoni della realtà.

E' certo, però, che l'azione di Fadda manifesta anche un particolare nervosismo che si è venuto a creare nell'amministrazione a guida Golia che nei primi due mesi ha dovuto gestire le 'crisi' della raccolta rifiuti, degli allagamenti ed anche quella relativa al trattore col neomelodico per la festa della Madonna di Casaluce che hanno visto l'attuale maggioranza finire sotto accusa.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

Torna su
CasertaNews è in caricamento