Una bretella ‘anti traffico’ che collega con l’Appia: partono i lavori della nuova Variante

Collegherà la Statale alla strada provinciale Travata: “Aiuterà a raggiungere ospedale e scuole”

Sessa Aurunca avrà una “nuova Variante” che permetterà di collegare la Strada Provinciale numero 320 denominata Travata alla Statale Appia. A dare l’annuncio dell’inizio dei lavori di costruzione di una bretella e di un ponte è il presidente della Provincia di Caserta Giorgio Magliocca. “Queste opere permetteranno di decongestionare sensibilmente il traffico che quotidianamente impegna il corso principale di Sessa Aurunca, via XXI Luglio ( SP. n. 14), unica via di accesso al momento alla città”.

Questa strada, infatti, risulta strategica anche per la presenza di plessi scolastici, che vengono raggiunti dalla popolazione studentesca dei dintorni e per l’intera popolazione del circondario che deve avvalersi del presidio ospedaliero, unico per la zona sessana. A ciò si aggiungono le attuali problematiche connesse all’abnorme mole di traffico dei mezzi in transito, che provoca innumerevoli disagi alla popolazione residente, ivi compreso un elevato inquinamento ambientale ed acustico. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La bretella, in particolare, verrà costruita secondo le ultime norme del Codice della Strada ed avrà uno sviluppo di circa un 1 chilometro; verrà realizzata tramite sterro, riporto e costruzione del piano viabile, con sormonto del vallone aurunco mediante la costruzione di un ponte parallelo e distante dal vecchio manufatto. Il tracciato si innesterà sulla SS7 “Appia” e collegherà la SP “Travata” con un percorso all’uopo progettato, nel rispetto dei vincoli archeologici ed idrogeologici. L’opera, pertanto, decongestionerà il centro storico di Sessa Aurunca, fin troppo provato. Il finanziamento proviene dal fondo ristoro ambientale che il Comune di Sessa Aurunca e l’Ente Provincia ricevono dal Ministero dell’Ambiente per la presenza della centrale nucleare del Garigliano. L’importo dei lavori complessivi al netto assomma a 1.324.000 euro. “È stato possibile utilizzare questi fondi grazie al Bilancio approvato dal precedente Consiglio Provinciale – ha dichiarato il Presidente della Provincia Giorgio Magliocca – nonostante l’ostruzionismo di alcune forze politiche che, invece, per questioni territoriali avrebbero dovuto avere tutto l’interesse a sostenere l’iniziativa. L’intervento su Sessa Aurunca – ha concluso Magliocca – rappresenta solo una parte dei fondi relativi al ristoro ambientale. L’altra quota, come sollecitato dalle ex Sindaco Compasso e dai suoi consiglieri Mauriello, Di Meo e Manfredi, sarà utilizzata per il territorio di Cellole”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Omicidio nel cuore di Caserta: uccide la mamma poi si costituisce

  • Sorpreso con la motosega nel bosco, sequestrati 40 quintali di legna | FOTO

  • L'omicidio del corso: Rubina uccisa dal figlio a coltellate nella notte

  • Sparatoria alla Bnl, fermata la banda di rapinatori

  • Zagaria intercettato in carcere dopo aver chiesto una detenzione 'più soft' al capo del Dap

  • Cena finisce in tragedia: uccide l’amico con una coltellata al petto

Torna su
CasertaNews è in caricamento