Caserta è la provincia campana dove si utilizza di più l'auto

I risultati dell'osservatorio di UnipolSai sulle abitudini di guida in Campania

Caserta è la provincia in cui si utilizza di più l’auto (304 giorni l'anno, 18 in più rispetto alla media italiana​). A far emergere il dato è l'osservatorio sulle abitudini di guida degli italiani nel 2018 della compagnia assicurativa italiana UnipolSai, in seguito all'analisi effettuata sulle scatole nere installate nelle automobili, settore nel quale la compagnia è leader in Italia e in Europa per numero di apparecchi montati.

Secondo il report di UnipolSai, inoltre, la Campania è la regione in cui si trascorre più tempo al volante (1 ora e 34 minuti al giorno) e la penultima per velocità media (solo 25,4 km/h rispetto a una media nazionale di 29,5 km/h). 

“I dati mostrano come i campani vivano un’esperienza di guida molto “faticosa” e caratterizzata da un traffico intenso: trascorrono infatti tra i 15 e i 20 minuiti al giorno in più al volante rispetto alle regioni più virtuose del Nord Italia a una velocità inferiore di quasi 10 km/h” - commenta Enrico San Pietro, condirettore generale assicurativo UnipolSai. La Campania, nonostante si utilizzi l’auto per 7 giorni in più l’anno rispetto alla media nazionale, è una delle regioni dove si percorrono meno chilometri (158 in meno rispetto al resto d’Italia).

dati regione-2

La tendenza in regione è quella di un utilizzo dell’auto per tratte abbastanza brevi. Da sottolineare inoltre come l’analisi dell’osservatorio non tenga conto dei chilometri percorsi sulle due ruote, molto diffuse soprattutto a Napoli. La Campania è la terza regione d’Italia per chilometri percorsi di notte, con il 4,56%, al di sopra della media nazionale e con il picco di Napoli con 4,84%. Al contrario, i beneventani tendono ad uscire di meno la sera, con solo il 3,91% dei km trascorsi di notte. Benevento si conferma la provincia dove però si percorrono più chilometri (13.493 annui e 46 al giorno) e che risente anche meno del traffico, considerata la velocità media di 29 km/h, in linea con il resto d’Italia.

All’estremo opposto si colloca Napoli, con soli 10.629 km annui e 38 giornalieri, e una velocità media di 23,8 km/h, tra le più basse d’Italia, che indica come il capoluogo campano sia ai primi posti per tempo trascorso al volante (1 ora e 35 minuti) e caratterizzato da un traffico molto intenso.

Il numero di scatole nere in Italia ha raggiunto circa 8 milioni di unità, di cui UnipolSai detiene circa il 50%, un apprezzamento legato non solo per la possibilità di ottenere uno sconto significativo sull’RC Auto e sulla polizza Furto e Incendio per chi sceglie l’installazione a bordo della vettura. In caso di incidente, infatti, la scatola nera è in grado di registrare data e orario dell’evento, posizione Gps, velocità del veicolo ed essere in questo modo particolarmente utile in caso di contestazioni, sia in caso di sentenze del giudice sia in caso di multe non dovute. In caso di incidente grave, il dispositivo può inoltre rappresentare un reale strumento “salva vita” in quanto invia automaticamente un allarme alla Centrale Assistenza grazie al Servizio di Allarme Crash e, infine, in caso di furto del veicolo, ne facilita il ritrovamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Beccati con un cinghiale di 100 chili in auto

  • Morta professoressa, studenti in lacrime

  • Camion si ribalta, autostrada chiusa | FOTO

  • Gioielli rubati, l'ispettore incastra il titolare del 'Compro Oro'

  • Pistola in pugno rapinano automobilista del Rolex: caccia ai banditi

  • Pistola in faccia ad imprenditore per rapina, i ladri cadono durante la fuga

Torna su
CasertaNews è in caricamento