“Strutture non autorizzate”, la Soprintendenza blocca i lavori per le Universiadi

Difformità nel progetto presentato, gara di tiro con l’arco a rischio davanti alla Reggia. Ed anche allo Stadio Pinto i lavori non sono ancora finiti

Mercoledì alle ore 18 arriva a Caserta la fiaccola delle Universiadi, ma nel Capoluogo l’attenzione è attirata da una grana enorme scoppiata proprio per l’organizzazione degli eventi che inizieranno tra una settimana. Perché la Soprintendenza Archeologia belle arti e paesaggi delle province di Caserta e Benevento ha ordinato “l’immediato stop ai lavori” in piazza Carlo III, di fronte alla Reggia, dove si dovrebbero svolgere le gare di tiro con l’arco.

La lettera inviata al Comune nella giornata di lunedì parla chiaro: nella zona davanti al palazzo vanvitelliano sono in fase di realizzazione strutture non autorizzate. Fatti che ai dirigenti del Comune di Caserta dovrebbero essere noti visto che, sottolineano i funzionari della Soprintendenza, erano stati già avvisati ad aprile.

Ma si vede che nessuno ha preso sul serio quella lettera, visto che dopo due mesi il progetto è andato avanti senza modifiche. Peccato che dopo un sopralluogo della Soprintendenza in piazza Carlo III ci sia accorti della discrepanza e sia arrivato lo stop ai lavori. Che ora mette a rischio le gare, col pericolo che le stesse vengano spostate a Napoli.

In particolare la Soprintendenza aveva chiesto per “le strutture propedeutiche alle attività sportive, di valutare una soluzione che mantenga liberi da ogni ingombro gli assi prospettici, in considerazione del fatto che la localizzazione di tribune sul parterre intercetta le visuali privilegiate del Movimento sia da parte dei fruitori del bene che ai fini della trasmissione delle immagini dell’evento”. Ma tutti questi suggerimenti non sono stati accolti dal Comune di Caserta che ha proceduto, come si sottolinea nella lettera, anche a posizionare “strutture che non sono state autorizzate” e che hanno spinto la Soprintendenza a bloccare i lavori.

Ed a dirla tutta qualche preoccupazione la desta anche lo stadio Pinto che dovrebbe ospitare le partite delle nazionali: ad oggi i lavori non sono stati completati e la prossima settimana dovrebbero iniziare le prime partite previste nel Capoluogo. Si dovrà correre negli ultimi giorni per evitare altri problemi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Aggredisce i passanti, fermato dal campione di arti marziali

Torna su
CasertaNews è in caricamento