Aldo, l'eroe 'anonimo': ha salvato 3 bambini sotto le macerie ma non voleva essere 'individuato' I FOTO

A due anni dal sisma riceve l'encomio del primo cittadino Gino Pellegrino

Il sindaco di Parete premia il vigile del fuoco che salvò tre fratellini dalle macerie del terremoto

Una cerimonia partecipata e per alcuni tratti anche commovente quella che si è tenuta nella sala consiliare di Parete. Il sindaco Gino Pellegrino, accompagnato da tutta la sua giunta, ha voluto premiare con un encomio un figlio di Parete, Aldo Ragusa, che nell’agosto 2017 si è reso protagonista di un gesto eroico.

“Aldo con i suoi colleghi scavarono a mani nude per ore, non si fermarono nemmeno un minuto, ma alla fine riuscirono a regalare una grande gioia all’intera nazione”, sono state le parole del primo cittadino Pellegrino nel leggere quanto Aldo Ragusa abbia fatto, e cioè partire da Napoli con la sua squadra di vigili del fuoco durante le ore successive al terremoto di Ischia e salvare i fratellini Pasqualino, Ciro e Matthias, rimasti intrappolati sotto le macerie della propria abitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Parete ha quindi un nuovo cittadino illustre, un riconoscimento importante a due anni dal sisma perché a lungo il vigile del fuoco ha scelto di restare anonimo, parlando piuttosto di "lavoro di squadra".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le nuove leve dei Casalesi con a capo il figlio del boss: 18 arresti

  • Pentito svela la 'strategia del clan': "Bloccavamo gli imprenditori di Zagaria in cambio del 10% dell'appalto"

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

Torna su
CasertaNews è in caricamento