Vivono nella tenda di fronte alle macerie della loro casa abbattuta | FOTO

Una famiglia sfrattata dall'ex centro polifunzionale è rimasta in zona

La famiglia accampata con la tenda di fronte al centro polifunzionale abbattuto

La loro casa è stata abbattuta perché pericoloso e pericolante ed ora loro vivono in una tenda accampati davanti alle macerie. E’ la situazione che si è venuta a creare a Marcianise dopo che le ruspe sono entrate in azione nell’ex Centro Polifunzionale al Parco Primavera, che era stato occupato da 20 anni da famiglie senza casa che avevano trasformato la struttura in veri e propri appartamenti.

Una situazione non semplice questa da affrontare: perché da un lato c’era la necessità di abbattere un rudere pericoloso, che poteva crollare da un momento all’altro compiendo una strage; dall’altra parte, però, c’è la difficoltà delle famiglie a trovare una soluzione abitativa alternativa.

Come già si ebbe a chiarire nei giorni scorsi, infatti, il Comune di Marcianise si sarebbe detto pronto a sostenere anche economicamente l’affitto di una nuova casa a tempo determinato (per tre mesi) ma oggi la difficoltà è proprio trovare un proprietario che decida di concedere case in fitto a famiglie che non possono offrire grosse garanzie economiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le auto di lusso del "signore della cocaina" nascoste in un garage casertano

  • La Dea Bendata bacia Caserta con una quaterna da 124mila euro

  • Benzina 'truccata', la finanza sequestra distributore di carburante

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Il convento delle suore finite sotto indagine diventa proprietà del Comune

Torna su
CasertaNews è in caricamento