Il Tar blocca il concorso dell’Asl per 65 operatori socio sanitari

I ricorrenti hanno contestato il mancato utilizzo di un’altra graduatoria

Il commissario dell'Asl Caserta Ferdinando Russo

Il Tar Campania ha bloccato il concorso per 65 operatori socio sanitari che era stato bandito nello scorso mese di novembre dall’Asl di Caserta. La decisione è stata adottata con un’ordinanza del presidente della Quinta Sezione del tribunale amministrativo regionale Santino Scudeller sulla base del ricorso presentato da tre persone che fanno parte di un’altra graduatoria già pronta per essere utilizzata e che, di fatto, si sono ritrovati esclusi da una possibile assunzione nell’azienda sanitaria casertana. 

Per i giudici del Tar Campania “l’istanza di sospensiva è meritevole di accoglimento stante la sussistenza del periculum in mora, quale allegato da parte ricorrente e del fumus boni iuris”, sottolineando come“dalla normativa vigente in materia emerge un chiaro e generale favor per le utilizzazioni delle graduatorie degli idonei” laddove “l’Asl di Caserta, nell’indire la procedura concorsuale ha omesso di esplicitare le ragioni giustificanti tale scelta, rispetto alla possibilità di scorrimento delle graduatorie ancora vigenti in ambito regionale”.

Nelle motivazioni si legge come "la scelta dell’Asl, affetta da deficit istruttorio e motivazionale, confermi la violazione delle diposizioni in materia e del vincolo imposto dalla Struttura Commissariale, da ultimo, con la circolare prot. 2082 del 2018 che obbliga le Aziende del SSR a utilizzare in via prioritaria lo scorrimento delle graduatorie vigenti in ambito regionale per il reclutamento di professionalità identiche e che alcun valenza possa assegnarsi alla circostanza che la convenzione di utilizzo reciproco con l’ASL NA 2 Nord sia da poco scaduta”. Il ricorso sarà discusso nel merito nella prossima udienza del 7 luglio, ma fino a quel momento il concorso resterà sospeso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, i sindaci chiudono le scuole per tutta la settimana

  • Psicosi coronavirus, monitorati altri 2 casi nel casertano. Sono rientrati dal Nord nelle ultime ore

  • Psicosi coronavirus, caso sospetto in ospedale: attivato il protocollo sanitario

  • Mamma costretta a fare orge per mantenere la figlioletta: "Se smetti ti uccidiamo"

  • Latitante arrestato in una villetta del casertano, in manette anche un commerciante

  • Sevizie dopo le proposte in chat, la 'sorpresa' su viale Carlo III: ecco come ha agito la baby gang

Torna su
CasertaNews è in caricamento