Colpo di scena, sospeso il Puc. Stop alle concessioni edilizie

La decisione dopo la riunione tra sindaco ed università

Il sindaco Andrea Villano

Sospeso il Piano urbanistico comunale di Orta di Atella. La decisione arriva dopo l’incontro tra il sindaco Andrea Villano, l’assessore all’Urbanistica Luigi Macchia ed i professori universitari incaricati dal Comune di ‘studiare’ il Puc adottato l’8 luglio 2014.

Il vertice si è tenuto alla Facoltà di Ingegneria di Aversa e, all’unanimità, si è deciso di sospendere qualsiasi provvedimento sul Puc per almeno 12 mesi. Che potrebbero diventare 18 qualora non si riuscisse a trovare anche una soluzione politica definitiva.

Tre le possibilità analizzate dal Municipio. “La revoca sarebbe stata la via più sbagliata da intraprendere in quanto avrebbe significato avallare le scelte passate” ha detto il sindaco Villano. L’annullamento invece pare che sia la strada più auspicabile visto che “annulla il piano all’origine, facendo venire meno lo strumento che ha dato poi luogo alle concessioni e ai permessi dati in precedenza. Per questo motivo abbiamo deciso di sospendere il Puc, aspettando il giudizio dell’Università che potrebbe anche esprimersi a favore di una variante generale o della creazione di un Puc ex novo”.

Questo comporterebbe la sola concessione delle opere di manutenzione ordinaria e straordinaria: in poche parole non sarebbero più concesse licenze edilizie per nuove costruzioni. Un percorso che seguirà un cronoprogramma che porterà quindi all’annullamento di quel piano urbanistico comunale che negli anni ha prodotto soltanto colate di cemento. E che avrebbe portato alla realizzazione di altri ben 700 appartamenti: “E’ una scelta difficile e che avrà anche delle ripercussioni – conclude Villano – ma è l’unica strada percorribile”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Torna il maltempo: allerta della Protezione civile nel casertano

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento