Reggia, sospesa la nomina del direttore. Il ministro: "Contento che la magistratura controlli"

La Maffei ha firmato martedì il contratto, ma la sua nomina è stata bloccata dopo 24 ore

Il ministro Alberto Bonisoli alla Reggia

Neanche una settimana fa aveva detto che non ci sarebbero stati problemi per il nuovo direttore della Reggia di Caserta. Oggi, invece, il ministro dei Beni Culturali Alberto Bonisoli è costretto a commentare il provvedimento del Tar Lazio che ha sospeso la nomina di Tiziana Maffei in seguito al ricorso presentato da Antonio Tarasco, dirigente del Mibact, escluso dalla terna di candidati proposti al ministro nonostante avesse un punteggio maggiore.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"La magistratura deciderà, anzi, sono contento che dia un’occhiata alle carte. Noi andiamo avanti” ha commentato l’esponente dei 5 Stelle Bonisoli dopo la decisione del Tar. A questo punto la nomina della Maffei, che proprio martedì aveva firmato il contratto, deve intendersi congelata almeno fino al 25 giugno quando si entrerà nel merito del ricorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Confiscato un tesoro da 22 milioni di euro all'imprenditore 'amico' dei Casalesi

  • Schianto frontale tra due auto, conducenti gravi in ospedale | FOTO

  • Va a caccia col porto d'armi scaduto, condanna "mini" per 67enne

  • Pensioni minime a 1000 euro. De Luca: "Una giornata storica"

  • Tre casertani positivi al tampone per il coronavirus

  • Terrore in corso Giannone, albero della Reggia crolla in strada | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento