Il Comune 'chiude' lo stadio e sfratta l'Aversa Normanna

La società di Spezzaferri, concessionario dell'impianto, 'cacciata' per numerose inadempienze

Lo stadio 'Comunale' di Lusciano

Chiuso lo stadio 'Comunale' di Lusciano in via Gambardella. Ordinanza del sindaco Nicola Esposito che 'sigilla' le porte e chiude fuori i due concessionari, la San Felice Aversa Normanna di Giovanni Spezzaferri e la Lusciano Normanna di Luciano Ronza, che gestivano la struttura dal settembre 2011.

Nell'ordinanza viene rilevato che "ci sono stati diversi momenti di contraddittorio con i concessionari per delle contestate inadempienze da parte degli stessi" e che tra i vari obblighi c'è anche quello degli adempimenti relativi agli aspetti "burocratici, sportivi, di sicurezza, sanitari, prevenzione incendi e pubblica incolumità". La goccia che ha fatto traboccare il vaso è stata la partita disputata lo scorso 7 ottobre quando si sono sfidati Giugliano e Frattese. La Questura di Caserta ha informato il Comune di "alcune criticità relative alla sicurezza dell'impianto, relativamente a manifestazioni di pubblico spettacolo".

I concessionari, in particolare la società di Ronza, ha effettuato i lavori richiesti ma "non possono essere autorizzate - c'è scritto nell'ordinanza - manifestazioni di pubblico spettacolo in quanto le stesse necessitano del nuovo parere della Commissione Comunale di Pubblico Spettacolo".

Nell'ordinanza del sindaco c'è anche un passaggio emblematico perché "nonostante le diffide il concessionario ha consentito lo svolgimento di manifestazioni calcistiche, da parte di società terze, senza alcuna autorizzazione dell'amministrazione comunale come previsto nell'atto di concessione". E alle due società è vietato anche "l'utilizzo delle strutture annesse quali campo di calcetto, bouvette e spogliatoi perché già in precedenza con il pretesto di presunti incomprensioni/interpretazioni d parte dei fruitori, gli stessi, con atteggiamenti elusivi, hanno comunque illegittimamente utilizzato l'impianto sportivo, nonostante diffide e divieti". Quindi il campo si riapre solo con un nuovo parere della Commissione comunale. E non è detto che questo avvenga a breve...

Potrebbe interessarti

  • Buco nel pavimento del pronto soccorso, donna cade e si fa male

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • FORZA LUCREZIA Amici e familiari in preghiera per la 24enne

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

Torna su
CasertaNews è in caricamento