"Accordo con Interporto non valido". 8 consiglieri non vanno alla riunione con la triade

Convocato in Comune un summit per affrontare la delicata questione del Siad proprio nel giorno del terremoto giudiziario che ha coinvolto il patron dell'Ise

Il vice sindaco Angela Letizia

Una riunione per discutere del Siad, il piano commercio di Marcianise, con un’attenzione particolare proprio alla delicata “questione Interporto” nel giorno in cui è esplosa la grana giudiziaria con l’arresto del patron Giuseppe Barletta e col dirigente del Comune Gennaro Spasiano che si ritrova indagato per l’accordo siglato nel 2016

L’incontro è stato convocato in seguito alla relazione dell’organismo di controllo sull’accordo Comune-ISE (composto da Andrea Della Selva, Giancarlo De Donato e Ferdinando Luminoso) nella quale si sottolineava come “il ritardo nell’approvazione del Siad non consente di avere certezze circa il rilancio delle necessarie autorizzazioni commerciali” relativamente ai lavori strutturali del nuovo capannone realizzato e che questo potrebbe portare l’ISE a dover risarcire la società che si troverebbe “inadempiente nei confronti del fruitore”. Con possibili ripercussioni anche per il Comune che potrebbe essere chiamato in causa dall’interporti per il “ristoro degli esborsi subiti”. 

IL PROCURATORE: "FIDEJUSSIONE FALSA" | VIDEO

Ma alla riunione convocata per le ore 18,30 di oggi in Comune dal vice sindaco Angela Letizia l’opposizione non ci sarà. Ed ha spiegato i motivi in un documento protocollato poco prima delle ore 18 nel quale si richiama proprio l’inchiesta della Guardia di Finanza. “Nell’ambito dell’operazione ‘The Family’ sarebbe emerso tra l’altro, come riportato dagli organi di stampa,  che l’accordo transattivo tra il Comune di Marcianise e l’ISE è stato usato su una procedura non regolare (polizze fideiussorie emesse da soggetti non abilitati)” e per questo i consiglieri comunali Giuseppe Moretta, Giuseppe Bucci, Antimo Zarrillo, Domenico Amarando, Dario Abbate, Pasquale Salzillo, Paola Foglia e Giovanbattista Vallosco ritengono “che tale rilievo, se dimostrato, avrebbe conseguenze sulla validità dell’accordo e che, quindi, è inopportuno procedere all’incontro coi componenti dell’organismo di controllo in attesa di ulteriori sviluppi”. Per questo motivo annunciano la loro assenza alla riunione in Comune chiedendo “l’annullamento dell’incontro o un differimento ad altra data”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Rientra dalle vacanze e si 'becca' 10mila euro col 'Gratta&Vinci'

  • L'ordine di morte di Sandokan: "I parenti dei pentiti devono morire"

  • Schianto mortale con l'Apecar, un morto sull'Appia

  • L'imprenditore pentito accusa la sua rete di prestanome

  • Anatre abbattute a fucilate, beccati i cacciatori abusivi | FOTO

  • Tragedia in ospedale, bambina muore dopo il parto

Torna su
CasertaNews è in caricamento