Oltre 40 famiglie a rischio sfratto, esplode la protesta | FOTO

Arrivate le lettere dal Comune: non hanno i titoli per stare nelle case

Lo striscione affisso stamattina

Oltre 40 famiglie a rischio sfratto nel rione San Lorenzo di Aversa. Nei giorni scorsi sono state recapitate le lettere del Comune di Aversa a decine di famiglie residenti nel quartiere popolare e che occupano case di proprietà comunali che vengono ‘invitate’ a lasciare gli appartamenti entro 60 giorni perché occuperebbero i locali senza alcun titolo. Una situazione che rischia di diventare incandescente visto che già stamattina la protesta è esplosa con l’affissone di uno striscione abbastanza eloquente: “Basta prese… in giro. Rione San Lorenzo”. Una brutta gatta da pelare per la parte politica dell’amministrazione comunale anche perché non è un mistero che da più parti, soprattutto in campagna elettorale, erano state fatte promesse di “mantenere lo status quo” a queste famiglie, che, per questo, oggi si sentono “prese in giro”. Ma purtroppo la burocrazia, seppur non in maniera veloce, prima o poi arriva sempre a trovare le ‘falle del sistema’. E quella delle case del Comune occupate dalle famiglie che non ne avrebbero i titoli è un problema che la città di Aversa si porta dietro da anni e che nessuno, fino ad oggi, ha mai inteso affrontare.

Potrebbe interessarti

  • Pericolo topi: ecco come scacciarli dalle vostre case

  • Vetri puliti e splendenti: i 5 consigli da seguire per un risultato assicurato

  • Michela, una casertana tra le 1000 donne che stanno cambiando l'Italia

  • Budget finito, ora tutte le analisi e le visite mediche saranno a pagamento

I più letti della settimana

  • Muore dopo lo schianto in autostrada al rientro dalle vacanze

  • Muore investito dall'auto pirata davanti al ristorante | LE FOTO

  • Le previsioni meteo per Ferragosto nel casertano

  • "Il pentito è nemico del clan", annullata la libertà vigilata

  • FORZA LUCREZIA Amici e familiari in preghiera per la 24enne

  • Schianto in moto, infermiere in prognosi riservata

Torna su
CasertaNews è in caricamento