Bambini a scuola senza riscaldamento, Megna è una furia contro il dirigente

Il consiglieri di maggiorenza attacca: "Sono stanco di questa gestione"

Il consigliere comunale Giovanni Megna

Una tensione fortissima sta attanagliando la maggioranza che regge l’amministrazione di Carlo Marino. Parole sempre più forti, attacchi e contrattacchi, anche via social, che testimoniano come tra i banchi di Pd e soci è in atto un confronto delicato, che non risparmia neanche i dirigenti del Comune di Caserta.

Gli alunni al freddo

L’ultimo caso riguarda il consigliere Giovanni Megna, “incazzato nero”, come egli stesso si definisce per la gestione da parte della macchina comunale dei riscaldamenti in alcune scuole della città. Come più volte documentato anche da Casertanews, diversi plessi sono ancora al freddo, costringendo i bambini a stare nelle classi ‘al gelo’, tanto da costringere nei giorni scorsi alcuni genitori a trattenere i propri figli a casa.

Le accuse al dirigente

Per Megna “è inconcepibile questo ritardo e quanto sta accadendo. Voi potreste dirmi, cosa fa il sindaco, l’assessore competenti, i consiglieri? Sono incazzati come me… la verità – accusa Megna – è solo questa: il dirigente competente (Francesco Biondi, ndr) ha l’obbligo di programmare le scadenze e le priorità, con tempi e modalità idonee per evitare problemi di questo tipo. Sono stanco, e credo anche tutti i miei colleghi consiglieri, di assumermi responsabilità che appartengono ad altri”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La tensione in maggioranza

L’uscita di Megna sottolinea quindi il clima di tensione presente tra i banchi della maggioranza. Parole che seguono a meno di 24 ore da quelle del collega Gianluca Iannucci, che ha deciso di andare fino in fondo su un altro tema caldo come l’apertura del primo Eurospin di Tredici, annunciando giovedì la possibilità di un esposto in Procura sulla concessione dell’apertura nonostante la mancata realizzazione dell’area attrezzata a verde pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Morti al ritorno dal mare, lacrime e dolore per l’addio a Donato ed Asia

  • Finto contratto da badante per il permesso di soggiorno

  • Casa del sesso in centro, arrestata latitante internazionale

  • Tangenti per gli appalti di esercito ed aeronautica, indagato tenente colonnello casertano

  • Le confessioni in carcere del rampollo: “10mila euro al mese al padre ergastolano. Ha incontrato Zagaria a Modena”

  • Botto in autostrada, auto distrutte dopo lo schianto | FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento