Sanità, stop al commissariamento. Graziano: "Risultato straordinario"

Esulta il presidente della commissione Sanità del Consiglio regionale

Il consigliere regionale Stefano Graziano

"L'uscita dal commissariamento della Sanità rappresenta un punto di partenza e non di arrivo. È un momento importante, il coronamento del grande lavoro svolto in questi anni con tenacia e determinazione dal governatore De Luca per risanare i conti e far tornare i livelli essenziali di assistenza oltre la sufficienza attraverso una riorganizzazione di tutti i servizi". Lo dichiara il presidente della commissione Sanità del Consiglio regionale della Campania Stefano Graziano.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"Vanno ringraziati tutti gli operatori della sanità che in questi anni hanno lavorato, spesso, in condizioni difficili, tra carenze infrastrutturali e di personale. Ora in Campania si torna a programmare e investire perché ci sono nuovi traguardi da raggiungere come ad esempio il completamento della riorganizzazione dei distretti per alleggerire il carico di lavoro su pronto soccorso e ospedali, le assunzioni dopo lo sblocco del turnover e gli investimenti previsti dal piano di edilizia sanitaria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • False ricette per intascare i soldi dall'Asl Caserta: chiuse le indagini per 14 persone

  • Due casi fuori la 'zona rossa' di Mondragone. Un nuovo caso anche a Falciano

  • Macchia nera in mare, era letame. Denunciati padre e figlio

  • Sgominata la banda dei magazzinieri: arresti anche nel casertano

  • Schiavone: "La Provincia era un ente permeabile grazie a Ferraro e Cosentino"

  • Droga venduta al bar sull'asse Caivano-Caserta, 11 indagati

Torna su
CasertaNews è in caricamento