“La pacchia è finita”. Salvini attacca il “business dei fratelli migranti” casertani

Il commento del ministro dell'Interno al sequestro della struttura che ospita lo Sprar

Il ministro dell'Interno Matteo Salvini

"La pacchia è finita". Questo il commento del Ministro dell'Interno Matteo Salvini alla notizia del sequestro, disposto dalla Procura della Repubblica per rischio crollo, dell'ex Canapificio di Caserta, dove si svolgono le attività dello Sprar da parte del Centro Sociale.

Salvini, attraverso le sue pagine social, ha dichiarato: "Questo centro sociale incassava fior di soldi pubblici per l’assistenza dei “fratelli immigrati” e non faceva manutenzione? Sequestrato. Per i furbetti del business (i presunti "buoni") la pacchia è finita!".

Intanto il Centro Sociale annuncia prossimi presidi e cortei. "Hanno sequestrato la struttura regionale del centro sociale ex Canapificio - fanno sapere gli attivisti - ma il centro sociale siamo tutte e tutti noi!  Non basta un sigillo a fermare la comunità viva antirazzista resistente e solidale che siamo e che sentiamo attorno a noi da tutta Italia e da tutto il mondo! A breve aggiornamenti sui prossimi passi: presidio, corteo. Il centro sociale è la città! Non un passo indietro". 

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Sport

    Esplode la festa Volalto: batte Orvieto e vola in A1

  • Cronaca

    Schianto mortale sull'Appia, arrestato 21enne

  • Meteo

    ALLERTA METEO Temporali e raffiche di vento, il maltempo non molla

  • Cronaca

    CAMORRA Depone in aula contro Grillo ma non gli basta per avere lo 'status di collaboratore'

I più letti della settimana

  • Chef della Movida casertana picchiata con pugni e mazze

  • 'Contrabbando' di auto di lusso, stangata per i professionisti casertani

  • Omicidio in clinica: soffocato con l'ovatta mentre dorme

  • Trema il pavimento della gioielleria, resta altissima l'allerta

  • A Pineta Grande una tecnica all'avanguardia per la colonscopia

  • Assalto armato alle Poste in pieno giorno

Torna su
CasertaNews è in caricamento