TERREMOTO IN COMUNE Il sindaco resiste: “Dimissioni? E’ sciacallaggio elettorale”

Russo risponde alla richiesta dell'opposizione dopo gli arresti compiuti in Comune

Il sindaco Dimitri Russo e l'ufficio tecnico del Comune

“La richiesta di dimissioni del sottoscritto, avanzata dai coordinatori dei partiti di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Movimento Sociale Italiano insieme ai Consiglieri comunali in carica di rispettiva appartenenza politica, è misero sciacallaggio elettorale”. Non usa mezzi termini il sindaco di Castel Volturno Dimitri Russo nel commentare la richiesta dell’opposizione di dimissioni a seguito dello scandalo scoppiato in Comune, dove sono scattati gli arresti tra ufficio tecnico e comando della polizia municipale per corruzione.

“Le argomentazioni presenti nel documento rivelano la loro pochezza politica e la loro incapacità di affrontare temi o proporre iniziative che vadano nel reale interesse della collettività – accusa Russo - dimostrando ancora una volta di anteporre solo un cieco interesse politico di parte”.

Secondo il primo cittadino e la sua maggioranza, compatta al suo fianco, “non c’è alcun motivo di rilevanza giuridica o politica, infatti, che possa minimamente intaccare la legittimità di questa amministrazione nel continuare a lavorare per il bene di Castel Volturno, dato che nel suddetto procedimento penale non c’è alcun provvedimento restrittivo o “avviso di garanzia” a carico degli amministratori. Dai fatti emerge un comportamento esemplare, in termini di trasparenza, del sindaco e dell’amministrazione”.

“L’attività di indagine della giustizia ordinaria, in cui confidiamo e nei confronti della quale restiamo a disposizione per ogni forma di collaborazione – spiega Russo - ha fatto emergere, se confermato, il comportamento illecito di alcuni dipendenti comunali e coinvolge anche tecnici privati ed imprenditori. In seguito all’ordinanza emessa dal GIP presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere sono scattati gli arresti per cinque dipendenti comunali, mentre un altro dipendente risulta solo indagato. In attesa che la giustizia faccia il suo corso e chiarisca le singole e personali responsabilità penali, si è immediatamente provveduto a sospendere dal servizio i cinque dipendenti. Ai cittadini di Castel Volturno chiediamo di starci vicino in questo momento difficile per la gestione dell'Ente, ulteriormente penalizzato dalla riduzione di personale. Alle forze dell'ordine e alla magistratura -conclude il sindaco - chiediamo di continuare nel loro egregio lavoro, estirpando, se presenti, quei fenomeni di malaffare che non possono e non devono ostacolare il grande sacrifico quotidiano di questa amministrazione”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Traffico in tilt all'uscita di Caserta Sud

  • Auto esce fuori strada e si schianta contro albero su viale Carlo III I GUARDA LE FOTO

Torna su
CasertaNews è in caricamento