Dalla rissa sfiorata alle minacce di addio: in Consiglio tensione altissima

Accuse e veleni anche sul taglio dei gettoni ai consiglieri. Apperti: "Il nostro è solo buon senso". Ma piovono polemiche: "Strumentalizzano la vicenda"

Il consiglio comunale di oggi a Caserta

Non sono mancate le polemiche ed i colpi di scena nel corso del consiglio comunale andato in scena oggi a Caserta. Oltre alla delicata questione dell’Eurospin, gli amministratori hanno affrontato altre due delicatissime questioni.

Bocciata la mozione per tagliare i gettoni di presenza

In primis, la mozione sulla riduzione dei gettoni di presenza e dello stipendio del presidente del consiglio comunale presentata da Norma Naim e Francesco Apperti di Speranza per Caserta. Qui la discussione si è accesa (come era facilmente immaginabile) ed alla fine si è conclusa con la votazione ‘positiva’ alla riduzione degli stessi Naim e Apperti insieme con Mario Russo di Campania Libera ed l’indipendente Antonello Fabrocile, mentre Liliana Trovato (Campania Libera) si è astenuta. “Noi continuiamo a respingere tutte le accuse di demagogia e populismo che ci sono state rivolte - ha affermato al termine del consiglio comunale l’ex candidato sindaco Apperti-. E’ una proposta di buon senso quella di ridurre al minimo previsto per legge i gettoni di presenza dei consiglieri e razionalizzare il funzionamento delle commissioni. I toni utilizzati sono l’emblema di un comportamento distante anni luce dalle necessità di questa città”. Di parere diverso, il consigliere Gianluca Iannucci: “Il gettone di presenza va garantito ai consiglieri comunali che tolgono tempo alla propria attività privata. Basterebbe guardare le mie dichiarazioni dei redditi per rendersi conto del tempo che ho tolto al mio lavoro di imprenditore per tentare di fare qualcosa di buono per la città. Il problema della mozione di Speranza, ciò che io contesto fortemente, è il modo in cui è stata proposta ed il linguaggio che si continua ad utilizzare su determinati temi. Avremo potuto raggiungere lo stesso obiettivo se ci fosse stata la condivisione di un progetto per finanziare associazioni, borse di studio o cose simili, togliendoci una parte del nostro guadagno che, è bene sottolinearlo, arriva a circa 700 euro mensili. E farci definire parassiti e ladri dal segretario del movimento Speranza per questa cifra mi sembra davvero assunto. Io non ho mai rubato un euro e la mia dignità la difenderò fino in fondo”. Di “strumentalizzazioni demagogiche” ha parlato anche la consigliera comunale Emilianna Credentino, mentre nella discussione è intervenuto anche il vice sindaco Franco De Michele sottolineando come “ci sarebbe da valutare anche quello che accade per i dipendenti pubblici (chiaro riferimento ai due esponenti di Speranza, ndr) che oltre a non perdere un euro dallo stipendio poi prendono anche il gettone”.

Maietta verso la rottura. Il retroscena della rissa sfiorata

Il clou, però si è raggiunto sulla delibera per la variante al Prg per il complesso sportivo da realizzare a Casola, che è stato al centro di un violento scontro verbale, quasi sfociato in rissa, nel corso dell’interpartitico di maggioranza andato in scena mercoledì sera in Comune tra alcuni consiglieri comunali. E gli strascichi si sono notati oggi in aula, quando Mimmo Maietta, dopo aver capito che la delibera non sarebbe stata votata, è stato protagonista di un intervento che ha lasciato quasi intendere un suo distacco definitivo dalla maggioranza di Carlo Marino. Un intervento ancora più duro rispetto a quello dello scorso consiglio comunale, quando sempre Maietta sembrò iniziare a prendere le distanze. Il consigliere di Democratici per Caserta ha parlato di “opportunità svanita per una frazione da tempo abbandonata” e di continue “aggressioni politiche” che lo hanno deluso. “Mi pare evidente - ha sottolineato - che le condizioni in cui siamo oggi mi porteranno a trarre delle conclusioni”. Parole che sembrano quasi essere parole d’addio alla maggioranza.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Nei verbali di Schiavone jr spunta il nome di un altro big della politica

  • Cronaca

    L’Antimafia sequestra villette e conti correnti al ‘professore’

  • Cronaca

    Condannati in 7, ma viene annullata la confisca

  • Cronaca

    Vandali in azione nel vicolo dedicato a Marzaioli | FOTO

I più letti della settimana

  • Fuga da Caserta: in un anno sono "scappate" oltre 12mila persone

  • Anziana "torturata" in ospedale: denunciati medici ed infermieri

  • Furgone travolge la struttura del Ponte di Ercole | FOTO E VIDEO

  • Una discoteca vicino l’Eurospin. In aula scoppia la nuova polemica

  • Il sindaco incassa la tangente del capoclan: 100mila euro nascosti nella sua borsa da medico

  • Arrestati 2 fratelli casertani: in Colombia per la cocaina della 'Ndrangheta

Torna su
CasertaNews è in caricamento