Rischio crolli a scuola, chiusa a tempo intedeterminato

Affidati velocemente i lavori per la messa in sicurezza

Chiude a tempo indeterminato la scuola elementare ‘De Amicis’ di Sant’Arpino. Il dirigente dell’Area Tecnica, Vito Buonomo, ha infatti ordinato che la scuola restasse chiusa per una serie di ‘dissesti’ scoperti in seguito ad un sopralluogo. Il sindaco Giuseppe Dell’Aversana infatti ha comunicato che “a seguito di lavori di manutenzione straordinaria, si è constatato in due classi al piano terra del plesso della scuola elementare De Amicis, la presenza di dissesti tali da poter compromettere la staticità dei solai”.

Per questo motivo l'amministrazione comunale ha chiuso “tutte le classi presenti nella scuola elementare. La chiusura si rende necessaria onde fugare ogni dubbio e valutare, in tempi adeguati, se ci sono problematiche più complesse con eventuale necessità di interventi strutturali oltre la manutenzione già in corso. La chiusura di tutto l’edifico, tranne la palestra, stabilita con ordinanza settoriale, oltre a consentire analisi tecniche più approfondite è necessaria per la tutela della pubblica e privata incolumità. La scuola resterà chiusa fino a nuova disposizione”.

Nell’ordinanza settoriale è specificato che sono emerse “non lesioni capillari ma dissesti dovuti al deterioramento dei solai (SAP), dissesti tali da compromettere la staticità del solaio di copertura di due aule; contestualmente si è avuto modo di accertare che alcuni piccoli rigonfiamenti di intonaco al primo piano precedentemente trascurabili, si sono accentuati e abbisognano di intervento urgente”.

Per questo motivo è stato ordinato alla ditta Magemi Costruzioni di Parete di “eseguire urgentemente i lavori di messa in sicurezza di parti strutturali e non del plesso scolastico “E. de Amicis” secondo la disposizione del Responsabile del Servizio Manutenzioni del Comune di Sant’Arpino”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sandokan 'litiga' col pentito sull'omicidio di don Peppe Diana

  • Arrestato il patron della 'Clinica Pineta Grande'

  • Reddito di cittadinanza, sospiro di sollievo per 100mila beneficiari

  • Terribile schianto sulla Nola-Villa Literno: due feriti gravi

  • Bollo, sconto del 10% anche a Caserta: ecco come averlo

  • Svolta dopo l'esplosione nella palazzina: sequestrato l'intero impianto di serbatoi Gpl

Torna su
CasertaNews è in caricamento