L'aumento dei prezzi per il trattamento dei rifiuti sotto la lente della Procura

Gli atti inviati ai magistrati dalla Prefettura dopo la segnalazione del sindaco

Il prefetto di Caserta Raffaele Ruberto

L’aumento del costo dello smaltimento della frazione umida ha visto come uno dei primi sindaci a scendere in campo per protestare quello di Cesa, Enzo Guida, che lo scorso 19 settembre ha portato all’attenzione dell’opinione pubblica il non giustificato aumento di 100 euro a tonnellata per lo smaltimento.

Dopo la sua protesta si sono attivati tutti i sindaci dell’Agro Aversano che hanno sottoscritto un documento inviato alla Prefettura di Caserta col quale chiedevano un vertice urgente. Stamattina è arrivata la risposta del prefetto Ruberto che sottolinea come “non sia opportuno un incontro, dal momento che della questione è stata interessata la magistratura inquirenti”.

Sì perché sottolinea il prefetto Raffaele Ruberto che “la questione rifiuti è attentamente seguita dalla Prefettura in stretto raccordo con la Regione Campania e con l’A.T.O., competente per materia. La segnalazione dei sindaci è stata inoltrata alle Procure competenti per territorio per gli eventuali profili d’interesse”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile schianto sulla Casilina: grave autista casertano I FOTO

  • Scuole chiuse in provincia di Caserta: ecco i sindaci che hanno già firmato

  • “Un Mose anche per Caserta”. La foto che fa il giro del web

  • Scuole superiori: ecco quali sono le migliori a Caserta e provincia

  • Il narcos casertano si pente e fa tremare la 'Ndrangheta

  • "Ora comando io, paga o ti blocco i carri". Arrestati 2 estorsori

Torna su
CasertaNews è in caricamento