Gara a vuoto, l’emergenza resta. Il Comune chiude il mercato

Nessuno ha presentato un'offerta per raccogliere i rifiuti

Gigi Bove e Salvatore Liccardo

Un’emergenza vera ancora senza soluzione. Neanche la gara su invito ha permesso al Comune di Maddaloni di risolvere il problema dell’umido, visto che su 11 ditte invitate nessuna ha presentato una proposta per raccogliere i rifiuti della città. Che per ora restano in strada, con tutte le conseguenze del caso. Ed a farne le spese sono stati anche i commercianti del mercato agroalimentare che da oggi è stato chiuso per evitare emergenze sanitarie.

Intanto il vice sindaco Luigi Bove e l’assessore Salvatore Liccardo hanno provato a difendersi dagli attacchi che stanno ricevendo nelle ultime ore. “Oggi alla scadenza della gara si è constatato la mancanza di offerte pervenute. Per questo motivo si è deciso di richiedere la formulazione di un’offerta alla ditta affidataria del servizio di raccolta “Buttol s.r.l.” chiedendo al contempo l’individuazione di un impianto disponibile a ricevere i suddetti rifiuti. Tale eventuale affidamento sarà naturalmente temporaneo in attesa dell’espletamento di una nuova procedura, senza ulteriore costo in capo al Comune bensì in danno alla “Fir Ecologia s.r.l.”".

Ed aggiungono: "Nel caso in cui la “Buttol s.r.l”. non fornirà la disponibilità di impianti, si procederà nella giornata di lunedì 1 luglio ad indire nuova procedura nelle forme consentite dalla norma, nonché a ricercare eventuali ed ulteriori soluzioni. Di tutto ciò, già in data 27 giugno, abbiamo ufficialmente interessato del problema i seguenti organi: Regione Campania, Provincia di Caserta, Ato Rifiuti, Gisec, Anci Campania, Prefettura di Caserta. A tal proposito l’Amministrazione produrrà apposito esposto denuncia da inoltrare alla Procura della Repubblica. Si invita, nel frattempo, la cittadinanza a rispettare l’ordinanza emanata, la cui vigenza resta ferma fino a quando non si avranno determinazioni risolutive della questione, confidando nel buon senso civico dei tanti cittadini di Maddaloni che hanno compreso la gravità del problema che non è assolutamente imputabile all’azione amministrativa”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La ‘Dea Bendata’ bacia il casertano: vincita record al Lotto

  • Beccati con i colombacci appena abbattuti, nei guai coppia di bracconieri | FOTO

  • Camorra, chiesta la condanna per imprenditore accusato da Schiavone

  • Fiumi di cocaina nel casertano, mano pesante della Dda: chieste 57 condanne

  • Camorra, l’allarme della Dda: “Casalesi 2.0 più insidiosi del vecchio clan”

  • Sparatoria con la polizia, il 'finto militare' può essere processato

Torna su
CasertaNews è in caricamento