Gazebo delle polemiche, lo scontro finisce in tribunale

Ricorso al Tar della società proprietaria del bar contro l’annullamento del permesso a costruire

Il gazebo al centro delle polemiche

Non si chiude la ‘guerra’ tra il Comune di Aversa e la società proprietaria del bar che aveva costruito nel maggio dello scorso anno un gazebo tra via Costantinopoli e via Magenta. All’epoca i lavori avevano provocato giorni di bufera tra il sindaco Enrico de Cristofaro ed esponenti dell’opposizione e della sua stessa maggioranza, finendo con un’ordinanza di ‘smontaggio’ della struttura.

Dopo un anno il Comune era quindi ritornato sul caso e con un’ordinanza del dirigente Serpico aveva firmato anche l’annullamento del permesso a costruire firmato originariamente il 10 agosto 2017.

Una decisione contestata dai proprietari del bar, che hanno promosso ricorso al Tar della Campania per l’annullamento del provvedimento. La misura presa dal Comune lo scorso maggio era stata giustificata dai controlli effettuati, dai quali era emerso che il gazebo non rispettava la distanza minima con un edificio limitrofo in via Garofano, per legge non inferiore ai 10 metri. Inoltre nell’istanza era erroneamente riportato che l’area oggetto di intervento ricadeva in zona B3, “zone edificate di completamento” del Prg, mentre al contrario l’area era zona B1, “edificata satura” del Prg stesso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "I Casalesi comandano ancora". La Dia ricostruisce la mappa dei clan nel casertano | FOTO

  • Pandora falsi venduti nel Tarì, scoperto il deposito: sequestrati 2860 gioielli

  • Violento incendio in 3 depositi: fiamme altissime, la nube invade le case | FOTO

  • “Io nel clan a 13 anni. In carcere ho incontrato un indagato per l'omicidio dei miei genitori”

  • Un intero quartiere ruba la corrente, insulti e minacce ai tecnici dell'Enel: 25 persone nei guai

  • Riesce a non pagare 10mila euro di pedaggio autostradale con un trucco

Torna su
CasertaNews è in caricamento