“No ai minori stranieri nel condomino”. Presentato ricorso contro il provvedimento

I giudici dispongono una verifica: la decisione rinviata tra qualche mese

Un intero condominio ha presentato ricorso contro l’apertura di un centro per stranieri migranti minorenni. E’ la mossa del condominio Gamma di via Testimone che si è opposto all’autorizzazione che è stata rilasciata dal Comune di Caserta per “il funzionamento del servizio residenziale comunità alloggio seconda accoglienza per minori stranieri non accompagnati”. L’ottava sezione del tribunale amministrativo della Campania (presidente Italo Caso) prima di adottare una decisione ha disposto una verifica sullo “stato dei luoghi attuale, da descrivere con a corredo di opportuni grafici illustrativi e foto; se sussistano, o invece siano carenti (alla stregua esclusivamente di quanto indicato in ricorso), i requisisti normativamente richiesti per il rilascio dell’impugnata autorizzazione (nella specie rilasciata mediante determinazione n. 6 del 13.6.2017, a firma del Direttore del Piano Sociale di Zona); se sussistano, altresì, le condizioni e i presupposti per il consolidarsi degli assensi di cui alla CILA 9.5.2017 e alla Segnalazione Certificata di Agibilità del 12.5.2017; se la documentazione presentata dalla controinteressata al fine di pervenire al rilascio della suddetta autorizzazione fosse congrua e completa alla stregua di quanto disposto dagli artt. 5 e 6 del Reg. Reg. Campania n. 4 del 7.4.2014”. L’udienza è stata aggiornata a marzo del prossimo anno per la decisione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Travolta sulla provinciale: morta studentessa 24enne | LE FOTO

  • Dramma all'alba, muore noto avvocato

  • Sequestrati 200 kg di prodotti in un bar-pasticceria

  • Il tesoro del killer dei Casalesi: in 11 rischiano la condanna

  • Gas dei Casalesi, 4 pentiti provano ad inchiodare i manager della Coop

  • Sacerdote litiga coi fedeli e abbandona la messa

Torna su
CasertaNews è in caricamento